Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Vietato sottovalutare lo Spezia

Lo Spezia è squadra determinata che sa giocare da pari a pari: il Napoli dovrà essere concentrato per continuare quanto visto a Cagliari

“Giochiamo contro una big del campionato, dovendo preparare la partita in un solo allenamento. Ora abbiamo bisogno di andare a battagliare in ogni campo e lo faremo anche domani”: così Vincenzo Italiano ha presentato la proibitiva sfida che lo Spezia dovrà affrontare oggi alle 18 allo Stadio Maradona. Da due mesi manca la vittoria pur con buone prestazioni e il tecnico commenta: “Continuiamo a recriminare, a ritrovarci alla ripresa non avendo raccolto nulla ma con prestazioni di buon livello alle spalle. Manca un pizzico di convinzione e consapevolezza. Nessuno ci mette sotto, nessuno ci prende a pallonate come qualcuno poteva pensare. Cercheremo già da domani di cambiare questo trend. Speriamo di tornare da Napoli con qualche punto in classifica”.

Ed è proprio la determinazione di questa squadra che può far paura se il Napoli dovesse scendere in campo con la testa al mercato o alla prossima a Udine o, ancora alla Supercoppa. La fatica mentale coincide con quella fisica e contro lo Spezia ci vorrebbe un Napoli deciso a liquidare la pratica in 45 minuti. Ma lo Spezia non è squadra che si fa mettere sotto e riesce a rispondere colpo su colpo anche con le big : il 1° novembre fu sconfitto per 4-1 dalla Juventus dopo un primo tempo giocato da pari a pari. Così nell’ultima contro il Verona, solo al 75° Zaccagni trova il gol della vita con una rovesciata che s’insacca. Come un giocatore di poker potrà ricordare quella volta che tra le mani aveva una scala reale di cuori.

Gattuso, dal canto suo dovrà dare respiro a Fabian, Di Lorenzo e a uno tra Manolas e Maksimovic: Demme sta bene e potrebbe tornare a centrocampo; così in difesa si potrebbe “conoscere” come gioca in questo Napoli Amir Rramhani entrato per la prima volta in campo a Cagliari negli ultimi spiccioli di gara. Almeno quattro i cambi previsti a cominciare da Meret in porta: ma sono in preallarme anche Hysaj e Elmas.

Lo Spezia dovrà rinunciare a tre giocatori positivi e a due squalificati, ma rispetto alla gara contro il Verona recupera Claudio Terzi, Leo Sena e Cristian Dell’Orco, né è da sottovalutare la prima chiamata anche per Riccardo Saponara, appena arrivato in prestito dalla Fiorentina che potrebbe essere subito schierato da Italiano.

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide