Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Verso Napoli – Genoa cambiando pelle

Contro il Genoa Gattuso potrebbe schierare il modulo tentato in amichevole: il 4-2-3-1 per offrire alla squadra una variante in più

Domenica alle 15, il Napoli di Gattuso debutterà al San Paolo contro il Genoa di Maran che ha iniziato il suo campionato segnando 4 gol contro il Crotone. Fior di campioni Destro, Pandev, Zappacosta e Pjaca che potrebbero trovare un Napoli pronto a cambiare pelle con il 4-2-3-1. Molti indizi  indicano la strada che Gattuso vuol tentare per trovare l’utile coesistenza di Mertens e Osimhen. Se così fosse, Gattuso schiererebbe Meret (Ospina) dietro Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Rui (Hysaj); al centro Zielinski con Fabian; i magnifici tre, Lozano, Mertens e Insigne; Osimhen come puntero.

Sarebbe la svolta di un Napoli che potrebbe palleggiare meno e puntare di più con le possibili fiondate di Osimhen che può anche aprire la strada per gli inserimenti che convergono di Lozano e Insigne, senza contare l’astuzia di Mertens bravo a rubar palla . Contro il Genoa si può, si deve tentare perché il Napoli abbia più soluzioni nell’attaccare con soluzioni più concrete in area. Poi camaleonticamente, ritornare al 4-3-3 considerando le 5 sostituzioni possibili talvolta sottovalutate per importanza tattica di cui ha parlato anche Liverani  al termine della gara con il Parma, quando disse: “Oggi abbiamo una rosa corta e lavoriamo per renderla competitiva.”

Il Napoli, semmai è in esubero e proprio in casa potrebbe provare a giocare senza Demme o Lobotka consegnando le chiavi del centrocampo a Zielinski e Fabian per dare aria ad una linea d’attacco che può essere esplosiva. Una gara di studio quella con il Genoa in attesa di incontrare alla terza di campionato la Juventus di Pirlo ancora in fase di assestamento.

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide