Seguici su
1606814839090918

Editoriale

Un’attesa di ventiquattrore per proiettare il Napoli in vetta: Bologna-Napoli in attesa della sentenza

Bologna – Napoli dovrà rispondere a molti interrogativi in attesa, domani, della sentenza emessa dalla Procura

L’attesa di Bologna – Napoli: alle 18 il Napoli scenderà in campo per dare risposte a Gattuso infuriato con la squadra per il primo tempo ‘in gita’ a Fiume. Chiederà all’11 azzurro di dimostrare quella personalità che non si è vista in campo contro il Rijeka ma che sarà necessaria contro la squadra di Mihajlovic, anche se falcidiata da infortuni. Se il Napoli scenderà in campo anche con la testa, potrà fare sua la partita avendo di fronte un’avversaria che non si chiude e che ha subito 12 gol. E’ auspicabile che l’arrivo in mattinata non abbia creato problemi e che gli azzurri scendano in campo sereni.

L’attesa per le scelte di Gattuso – Anche Gattuso dovrà dimostrare di non essere arrabbiato con se stesso. Che il ‘suo’ Napoli l’abbia deluso si può comprendere ma la sua caparbietà nell’insistere in un modulo che può essere non adatto in tutte le partite o in tutti i momenti della partita non si addice alla sua fantasia e alla sua elasticità. Inoltre vien da chiedersi se abbia in mente un Napoli per Europa League e un Napoli per campionato com’era nelle abitudini di Sarri che non pagarono.

L’attesa del verdetto – Il Napoli scenderà in campo al Dall’Ara in attesa di quel che si deciderà lunedì 9 quando arriverà la sentenza  della Corte d’Appello Federale che confermerà o annullerà quel 3-0 a tavolino e il punto di penalità deciso dal Giudice Sportivo Mastandrea in merito al caso Juventus-Napoli del 4 ottobre.  Ai microfoni di radio Kiss Kiss è intervenuto il legale della società azzurra Mattia Grassani che ha dichiarato: “Il Napoli purtroppo ha fatto da apripista, il caso pilota. L’unico trattato in modo diverso, con una lettura non aderente al piano normativo da parte del Giudice Sportivo che ha deciso che è stato il Napoli a scegliere di non partire, qualcosa che contrasta con i fatti perché il Napoli era pronto a partire fino alla comunicazione della Regione. Dibattimento? Sarà presente il presidente (in videoconferenza) che vorrà dire la sua. Lunedì alle 15.30 inizierà il dibattimento: sarà molto articolato e c’è in programma solo questo dibattimento e già in giornata arriverà il verdetto.

E anche Edoardo Chiacchio, avvocato della Reggiana che ha perso 3-0 a tavolino per non essersi presentata a Salerno, causa 29 giocatori positivi, ha espresso ai microfoni di Radio Punto Nuovo, un parere a riguardo: Reggiana come il Napoli? No, il caso che ha riguardato gli azzurri è stato un unicum in Italia. Non ho contezza del documento rilasciato dall’Asl di Reggio, ma sicuramente non è come quello della Asl Napoli 2. La forza del Napoli sta nel ricorso, così come l’assenza della Juventus. La Reggiana si appella alla causa di forza maggiore, il Napoli al divieto imposto dall’ASL”.

Novanta minuti per vincere a Bologna e attendere una sentenza che darebbe al Napoli una visione totalmente diversa, proiettata verso il futuro ancor più in un campionato anomalo come quello appena iniziato.

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Editoriale

rfwbs-slide