Seguici su
1606814839090918

Un film da vedere

Goal! – Un film da sogno per tutti gli amanti del calcio

Pellicola del 2005 che ha visto altri due sequel “Goal II – Vivere un sogno” e “Goal III: Taking on the word”

[tps_header][/tps_header]

Film straordinario che ha fatto sognare una generazione di ragazzini. Chiunque di noi forse ha sognato di fare il calciatore, di avere l’opportunità di mostrare il proprio talento. Questo film ci insegna a non mollare mai, ad inseguire i nostri sogni. “Goal!” ed i suoi sequel ci raccontano la crescita di un giovane ragazzo che ha il sogno di fare il calciatore. Sacrifici su sacrifici ripagheranno questo ragazzo con una carriera costellata da successi.

Santiago Muñez (Kuno Becker) è un ragazzo messicano di famiglia umile, dalle qualità calcistiche straordinarie. Giunto a Los Angeles da bambino attraversando illegalmente il confine tra Stati Uniti e Messico, vive con il padre, l’anziana nonna e il fratellino. Santiago si guadagna da vivere con lavori semplici e ripone le proprie speranze di realizzazione nel calcio. È, infatti, la stella di una squadra amatoriale locale.

Durante una partita è notato da un ex calciatore inglese, Glen Foy (Stephen Dillane), che, dopo averlo osservato in due partite e cercato la mediazione di un amico agente senza alcun risultato, contatta telefonicamente in  l’allenatore del Newcastle United per ottenere un provino.  Al fine di tentare l’avventura nel mondo del calcio professionistico tuttavia Santiago dovrà intraprendere un lungo viaggio che lo porterà da Los Angeles sino a Newcastle.

Malgrado la ferma opposizione del padre, a 17 anni parte quindi per l’Inghilterra grazie anche all’appoggio economico dell’anziana nonna. In poco tempo passa dai campetti della periferia di Los Angeles al centro di allenamento del Newcastle United grazie soprattutto alla mediazione di Foy, il quale crede in Santiago e nel suo grande potenziale. Nel corso delle analisi mediche per l’ingresso nel club, al fine di non essere respinto, decide di non fare cenno della forma di asma di cui soffre e per la quale è costretto, prima di ogni partita, a ricorrere ad un inalatore.

 

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Un film da vedere

rfwbs-slide