Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Udinese-Napoli 1-2, la pagella degli azzurri

Al “Friuli” il Napoli gioca un’altra partita deludente, ma vince contro l’Udinese grazie a un gol di Bakayoko al novantesimo. Molti azzurri sotto la sufficienza. Esordio da titolare da incubo per Rrahmani.

Udinese- Napoli 1-2, la pagella degli azzurri

La pagella degli azzurriUdinese-Napoli 1-2, la pagella degli azzurri

Al “Friuli” il Napoli gioca un’altra partita deludente, ma vince contro l’Udinese grazie a un gol di Bakayoko al novantesimo. Molti azzurri sotto la sufficienza. Esordio da titolare da incubo per Rrahmani.

 

DIFESA

Meret 6 – Forse pecca un po’ in reattività sul gol di Lasagna, ma l’errore di Rrahmani è talmente grossolano che sarebbe ingiusto attribuirgli grosse responsabilità. Incerto in qualche uscita aerea, ma è bravissimo a salvare la porta parando per tre volte con i piedi.

Di Lorenzo 6 – Fa benino sia da esterno basso, sia quando Gattuso lo sposta al centro al posto di Rrahmani. Bello il cross servito a Lozano che sfiora il gol con uno spettacolare colpo di testa in tuffo.

Manolas SV – Gioca appena 15 minuti per poi uscire a causa di un problema muscolare. (16° Maksimovic 5,5 – Non riscatta l’opaca prestazione con lo Spezia. Senza Koulibaly e Manolas dovrebbe essere lui il leader della difesa, ma gli errori, soprattuto in disimpegno, sono tanti e così l’intero reparto va spesso in sofferenza).

Rrahmani 5 – Difficilmente dimenticherà il pomeriggio al Friuli. Due errori gravi, uno dei quali consente a Lasagna di realizzare il gol del pareggio, e una serie di altre incertezze lo condizionano pesantemente al punto tale che il mister lo sostituisce nell’intervallo. Una serata storta ci può stare, purtroppo a lui è capitata proprio all’esordio da titolare. (45° Mario Rui 6 – Gioca una discreta ripresa, facendo abbastanza bene entrambe le fasi. Bravo nel servire palla a Bakayoko in occasione del gol che vale la vittoria).

Hysaj° 5,5 – Soffre molto la vivacità di Molina e in più di un’occasione s’incarta per mancanza d’idee e di concentrazione. Migliora un po’ quando si sposta sulla fascia che preferisce.

CENTROCAMPO

Fabian Ruiz 5,5 – Nel primo tempo dà l’impressione di essere più in forma rispetto alle ultime deludenti partite, ma dopo l’intervallo in campo rientra un altro giocatore, lento, senza idee e forse senza le motivazioni giuste. Fabian è di sicuro uno dei talenti del Napoli, ma è anche uno dei problemi che lo affliggono da tempo. Problema che, a quanto pare, nessuno in società sa come risolvere. (68° Elmas 6 – Gioca una mezz’ora da mediano sinistro alternando cose buone ad altre non sempre positive. Di sicuro del suo ingresso in campo beneficia soprattutto Bakayoko che sul centro destra sembra trovarsi meglio).

Bakayoko 6 – Mezzo voto in più lo merita per il gol realizzato nei minuti di recupero con un fantastico colpo di testa. Gol con il quale regala ai compagni e soprattutto al mister un’importante vittoria. Ma bisogna dire che fino al gol gioca una partita insufficiente, dimostrando ancora una volta quanto sia impossibile la coesistenza con Fabian.

ATTACCO

Lozano 6,5 – Di sicuro il migliore tra gli azzurri. È l’unico a giocare con il coltello tra i denti mettendoci anima e cuore. Gli avversari non riescono a fermarlo senza fare fallo, uno dei quali avviene in piena area. L’arbitro, richiamato del Var, rivede l’azione al monitor e concede il rigore. Spettacolare il colpo di testa in tuffo su cross di Di Lorenzo che Musso sventa con una grande parata.

Zielinski 5,5 – Qualche giocata a effetto in fase propositiva ma nulla di più. Non commette errori importanti, ma da uno con le sue capacità è lecito attendersi di più, anche in fase di contenimento. (92° Demmesv).

Insigne 5,5 – Oltre al gol realizzato su rigore combina davvero pochino. Non sembra essere tranquillo e continua a sprecare occasioni incredibili. Forse è stanco e meriterebbe un po’ di riposo.

Petagna 5,5 – Non raggiunge la sufficienza. Impegna il portiere avversario Musso in una sola occasione, nel primo tempo. È vero che di palle giocabile ne arrivano pochissime, ma stavolta non riesce a entrare in partita. (68° Llorente 5,5 – La voglia di giocare è tanta, entra, si batte come un leone, ma senza mai rendersi pericoloso).

Numeri e statistiche del match

LEGGI ANCHE

Bakayoko all’89’ salva un Napoli che si fa male da solo contro l’Udinese

Il gol di Bakayoko servirà da elettroshock o da mero palliativo di una squadra in crisi?

Grafico, Vignettista, Scrittore.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide