Seguici su
1606814839090918

Champions League

Torna la Champions con due sfide di cartello: Real Madrid – Inter e Milan – Liverpool

La squadra di Pioli deve vincere e attendere buone nuove da Oporto, sperando in un pareggio o in una vittoria dell’Atletico Madrid

Riflettori sulle  milanesi impegnate in modo diverso in sfide di grandissimo fascino.

Inzaghi – Ancelotti per una partita d’altri tempi  che il tecnico dei blancos, ai microfoni di Sky Sport ha così commentato: “ “Rispetto alla gara di andata noi e l’Inter siamo cresciute, c’è più convinzione, più qualità e continuità. Sarà una partita divertente, non c’è la pressione del risultato. Ci giochiamo il primo posto ma l’obiettivo minimo è stato raggiunto. Avere un ottavo più agevole ti può aiutare ma se vuoi vincere la Champions devi battere le più forti”.

E anche Inzaghi sa di poter giocare senza la pressione del risultato: ““Abbiamo già passato il turno ma vogliamo fare una grande partita – le parole del tecnico in conferenza stampa -. All’andata non è bastato fare bene, domani dobbiamo fare qualcosa in più. Non ci saranno i nostri tifosi e dovremo giocare con grande personalità e fiducia, sapendo che abbiamo fatto qualcosa di importante qualificandoci agli ottavi di finale. L’avversario e lo stadio meritano una partita importante”

MILAN – LIVERPOOL – Per l’altra sfida Champions, tutto si deciderà in 90 minuti con due partite in contemporanea Milan-LiverpooL e Porto – Atletico Madrid. Si gioca per un posto con tre pretendenti con il Liverpool a 15 punti, Porto a 5,  Milan e Atletico a 4 punti. Roulette russa ogni gol che si segnerà.

I rossoneri scenderanno in campo senza aver nulla da perdere, anche se Fikayo Tomori in fondo ci crede: “Vogliamo vincere, e penso che non sia questa la mentalità da dover tenere. Domani vogliamo ottenere un buon risultato e daremo tutto per farlo – dice il difensore inglese in conferenza stampa- non sarà facile, hanno un’ottima squadra, ma sappiamo di esserlo anche noi. Giocano un calcio intenso e di qualità, vengono da ottimi risultati sia in Premier che in Champions, ma abbiamo fatto un gran lavoro ultimamente, possiamo dargli filo da torcere. L’abbiamo fatto anche all’andata. Il calcio inglese è duro da affrontare, ma non siamo da meno”.

La squadra di Pioli deve vincere e attendere buone nuove da Oporto, sperando in un pareggio o in una vittoria dell’Atletico Madrid (ma in questo caso si calcolerebbe la differenza reti): probabilità che possono avverarsi; intanto Pioli, come anticipa calciomercato.com ha fato le sue scelte:  Sandro Tonali in mezzo al campo al fianco di Franck Kessie, per arginare la forza del Liverpool; Tomori al fianco di Romagnoli al centro della difesa, con Theo sulla sinistra; e Maignan in porta, che torna in Champions dopo 4 giornate (non gioca dall’andata contro l’Atletico Madrid). Davanti, ovviamente, il totem Ibrahimovic, che ha riposato contro la Salernitana, con Brahim Diaz e Krunic sicuri sulla trequarti, vista l’assenza di Rafa Leao. 9 su 11: sono solo due i ballottaggi.

LE INDECISIONI – A destra uno tra Kalulu e Florenzi, col francese, ultimo a mollare contro il Porto, propiziando l’autogol che ha regalato il pareggio, in vantaggio rispetto all’ex Roma, in campo contro il Livorno; davanti, sulla linea dei trequartisti, invece, uno tra Messias, salvifico contro l’Atletico Madrid, e Saelekmaekers, che ha segnato contro la Salernitana, ritrovando il gol dopo un anno. Ecco gli unici ballottaggi, per una gara da dentro e fuori. Una gara che non si viveva da tempo nella San Siro rossonera.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Champions League

rfwbs-slide