Seguici su
1606814839090918

Amarcord

“Top 11” azzurra: Diego Armando Maradona

Diego Armando Maradona: tre parole che a Napoli vogliono dire tanto, tantissimo. Icona, genio, ribelle, dannato: Maradona non è stato solo il miglior calciatore al mondo

“Tutti dicono: questo è stato il migliore del Barcellona, questo è stato il migliore del Real Madrid, questo è stato il migliore del Chelsea, questo è stato il migliore… Io sono orgoglioso di essere stato il migliore a Napoli.”

Tre parole. Nove sillabe. Un universo di storie, emozioni, momenti iconici, di calcio e non. Diego Armando Maradona è, dopo tanti anni, un patrimonio prima di tutto emozionale e storico del Napoli e della città. Una vita da film, un legame indissolubile con l’Argentina, un Argentino che ha deciso di diventare il più grande al mondo nella città che lo avrebbe reso anche un dio.

Dal 1984 al 1991 in maglia azzurra, due scudetti, una Coppa UEFA, una Coppa Italia ed una Supercoppa Italiana, conditi da 115 gol in 259 presenze. Questi i freddi numeri di un giocatore capace da solo di porre Napoli sulla vetta di Italia, e sulle mappe di milioni di tifosi in tutto il mondo.

Ma il viaggio-Maradona non può che essere un viaggio nei ricordi, emozionale. A partire dalla sua presentazione, quel lontano 5 luglio 1984.

Diego è stato, in un certo senso, la faccia vincente della città, lo scugnizzo che ce l’ha fatta. Con lui il Napoli compie un decisivo passo avanti in campo internazionale.

Al di là dell’aspetto tecnico, l’argentino è stato l’idolo di un popolo perché è stato sempre pronto a lottare per Napoli, dentro e fuori dal rettangolo verde.

Miglior calciatore del secolo per la Fifa, probabilmente il calciatore più famoso di tutti i tempi, protagonista di innumerevoli documentari e film, autore del gol del secolo. ¡Dios santo, viva el fútbol! ¡Golaaaaaaazooooooo! ¡Diegooooooool! ¡Maradona!”

A lui è stata perfino dedicata una Chiesa: ma il Tempio in cui ha officiato, per la fortuna dei tifosi azzurri, è stato il San Paolo di Napoli.

 

Collaboratore

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Amarcord

rfwbs-slide