Seguici su
1606814839090918

Altri sport

Tokyo 2020 bilancio trionfale: ben 69 medaglie per gli atleti azzurri alle Paraolimpiadi

Continua la scia azzurra di successi nello sport: pioggia di medaglie per la compagine azzurra paralimpica a Tokyo 2020.

“Una Paralimpiade straordinariamente bella. Per i risultati e per aver regalato dalla testimonianza di ogni singolo atleta l’immagine dell’Italia più bella, del Paese che sta tentando faticosamente di uscire dalla pandemia” ha commentato a conclusione delle Paralimpiadi di Tokyo il presidente del Comitato italiano paralimpico, Pancalli. E come dargli torto: l’Italia si è piazzata al nono posto nel medagliere con un bilancio trionfale: 69 medaglie, di cui 14 ori, 29 argenti e 26 bronzi, con podio raggiunto almeno una volta in 11 discipline (Tiro con l’arco, Atletica leggera, Canoa, Ciclismo, Equitazione, Judo, Tiro a segno, Nuoto, Tennis tavolo, Triathlon e Scherma) e successi tra i quali spiccano alcune super imprese.

La squadra del nuoto ha portato il maggior numero di medaglie: sul podio 39 volte, 11 delle quali con un oro. Arjola Trimi, Carlotta Gilli e Francesco Bocciardo hanno vinto due ori a testa. Ma Carlotta Gilli di 20 anni (portacolori delle Fiamme Oro) è andata anche oltre con le sue 5 medaglie complessive: oro nei 100 metri farfalla categoria S13 e nei 200 m misti SM13,  argento nei 100 m dorso e 400 m stile libero, bronzo nei 50 m stile libero.

Assunta Legnante, doppio argento azzurro

Indimenticabile, per l’atletica, la storica tripletta nei 100 metri donne, con un podio tutto azzurro: Ambra Sabatini ha vinto la Medaglia d’oro (battendo il Record del mondo) con un tempo di 14”11, argento per Martina Caironi con 14”46, bronzo a Monica Contrafatto 14”73. Da registrare anche il doppio argento della campana Assunta Legnante e il doppio bronzo di Oney Tapia (Lancio del peso e lancio del disco, riservati alla categoria di atleti con disabilità visiva). Si conferma campionessa di Scherma Beatrice Bebe Vio, portabandiera alla cerimonia d’apertura (insieme a Federico Morlacchi): per lei, un oro nel Fioretto-categoria B e un argento nel Fioretto a squadre (con Loredana Trigilia e Ionela Andrea Mogos). Nel Paraciclismo, invece, è arrivato un tris di argenti dalla squadra in cui gareggiava Alex Zanardi, a cui è stato dedicato il successo: il secondo gradino del podio è andato a Luca Mazzone, Francesca Porcellato e Fabrizio Cornegliani, a cui è seguito un altro argento di Giorgio Farroni nel ciclismo prova a cronometro.

Fantastica Bebe Vio

 

 

Giornalista

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Altri sport

rfwbs-slide