Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Tim vuole liberarsi di DAZN – Flop di risultati e abbonati

Secondo Auditel, la Serie A ha perso circa il 30% rispetto alla scorsa stagione e Tim vuole scaricare DAZN

Tim vuole liberarsi dell’accordo con DAZN e cerca attenzione presso Sky. Sky dal canto suo, che lo scorso anno tentò sino alla fine un accordo anche per un app su Sky Q, oggi dopo aver assorbita la crisi dei primo impatto, non sembra disposta a offrire cifre monstre per rientrare sul tetto. La Stampa ha dedicato un lungo articolo  a Telecom pronta a dire addio a Dazn.

Il quotidiano torinese scrive che l’ultimo campionato ha registrato un’emorragia di ascolti. Secondo Auditel, la Serie A ha perso circa il 30% rispetto alla scorsa stagione.

Al centro rimane l’accordo firmato nell’estate 2021 da 340 milioni di euro annui, che la telco guidata oggi dall’ad Pietro Labriola vuole rivedere al ribasso dopo il flop in termini di risultati e abbonati della partnership con DAZN. Tanto che TIM, nel suo bilancio al 31 dicembre 2021, ha accantonato 540 milioni di euro legati all’accordo.

Ora l’obiettivo è rivedere la partnership: secondo La Stampa, TIM ha parlato con Sky e con Amazon e ha sondato i soggetti del settore per capire chi potesse essere interessato a subentrare, ma non mancano le difficoltà considerando i problemi legati soprattutto al tema degli ascolti e degli abbonati. Labriola, parlando con gli analisti, ha ammesso che le trattative sono in corso per rinegoziare i contratti spiegando che «non ha senso pagare per contenuti esclusivi», ma ha anche riconosciuto che il sentiero è stretto e per questo ha preferito «non scendere nei dettagli».

Alla finestra resta così Sky, che senza i diritti tv della Serie A è riuscita comunque a contenere l’impatto economico e che quindi ora è molto cauta. Un approccio condiviso anche da Amazon che ha l’interesse di spingere la piattaforma Prime, ma non sembra essere interessata all’intero campionato.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide