Seguici su
1606814839090918

In primo piano

STOP ALLE SANZIONIANTI-SUPERLEGA

Se la Superlega sarà avallata, inizierà una vera e propria rivoluzione, in caso contrario torneranno le sanzioni

Proprio nella giornata nella quale, con una lettera agli azionisti, Andrea Agnelli confermava di credere nel progetto della Superlega, l’UEFA ha preso atto della decisione del Tribunale di Madrid ed ha fatto un passo di lato, allo stato, sia per quanto riguarda le sanzioni comminate ai 9 club usciti subito dalla Superlega, sia per il procedimento nei confronti dei 3 club che sono ancora dentro (Real Madrid, Barcellona, Juventus). L’annuncio è stato dato dalla sezione disciplinare del sito ufficiale del governo calcistico europeo.  Quindi i 9 club (City, United, Chelsea, Liverpool, Tottenham, Arsenal, Inter, Milan ed Atletico Madrid) non dovranno più effettuare una donazione a  beneficio del calcio di base europeo, né essere soggette  alla trattenuta del 5% dei ricavi delle coppe europee né impegnarsi a pagare la supermulta da 100 milioni in caso di futura adesione alla Superlega.  Annullato anche il procedimento contro i 3 club intransigenti. Il tutto in ottemperanza al provvedimento emesso dal giudice Manuel Ruiz del Tribunale di Madrid.

Ma questo non rappresenta una resa incondizionata, tutt’altro:entro il 18 ottobre  i governi europei  e le federazioni calcistiche dovranno inviare alla Commissione Europea le loro osservazioni sulla Superlega e sull’esistenza di un monopolio da parte di UEFA e FIFA per l’organizzazione di competizioni calcistiche. La decisione finale ci sarà  entro la fine dell’anno. Se la Superlega sarà avallata, inizierà una vera e propria rivoluzione, in caso contrario torneranno le sanzioni, con probabili esclusione delle coppe europee per il prossimo anno

Giornalista

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide