Seguici su
1606814839090918

Champions League

Stasera alle 21,00 la sfida Champions tra Lipsia e Atletiico Madrid

Lipsia Atletico Madrid è una gara secca che non consente di fare calcoli. Chi vince affronterà il PSG in semifinale

Stasera i quarti di finale di Champions League tra Atletico Madrid e Lipsia

Lipsia Atletico Madrid

Lipsia e Atletico Madrid si sfidano allo stadio Josè Alvalade di Lisbona in una partita valevole per i quarti di finale della Champions League. Gara secca che non consente di fare calcoli. Bisogna giocarla per vincerla se si vuole affrontare il PSG in semifinale, e per riuscirci è indispensabile che entrambe le squadre giochino una partita più offensiva e meno tattica, cosa che l’esperto e astuto Simeone non gradisce molto.

I Colchoneros hanno raggiunto i quarti battendo negli ottavi il Liverpool, sia a Madrid (1-0), sia a Londra dopo i tempi supplementari (2-3). I tedeschi, invece, guidati dal trentatreenne Julian Nagelsmann, sono arrivati alla partita di stasera dopo aver eliminato il Tottenham di José Mourinho, vincendo in trasferta all’andata (0-1) e in casa nella gara di ritorno (3-0).

Ecco le dichiarazioni dei due allenatori sul match di stasera:

Diego Simeone: “Vincere ad Anfield in casa del Liverpool è stato fantastico, ma è successo mesi fa. Adesso si riparte, e quello che c’è stato prima non ha nulla a che vedere con ciò che succederà”… “Ci aspetta una squadra ostica, che gioca molto bene, guidata da un giovane allenatore, molto bravo. Se guardate le statistiche, abbiamo numeri simili, ma domani non è importante vincere. La vittoria è l’unica cosa, non ci sono altre opzioni. E io ci credo”. Sulle assenze di Vrslajko e Correa dice che “hanno dato anima e cuore per questa squadra, spero di averli a disposizione se andremo avanti”.

Julian Nagelsmann: “Siamo concentrati sui noi stessi, sentiamo la pressione e sappiamo che loro hanno tanta esperienza a proposito di partite di questo tipo, con andata e ritorno ed eliminazione diretta. Ma qui si gioca in un match secco, e tutto può succedere, è una cosa nuova per noi e per l’Atletico”. Inevitabile la domanda sull’assenza di Werner provocata dal fatto che il Chelsea, che ha già messo sotto contratto l’attaccante per la prossima stagione, non gli ha consentito di andare oltre fine giugno con il Lipsia. “Tra di noi abbiamo parlato a lungo dell’assenza di Werner. Sappiamo che non ci sarà ed è inutile tornarci sopra. Abbiamo altri attaccanti forti, che magari non giocavano quando c’era Werner e che ora avranno la loro chance. Ma non ho ancora deciso chi di loro giocherà”. Uno dei possibili candidati è l’ex romanista Patrick Schick che non è in perfette condizioni fisiche. “Vedremo come sta, lui e Halstenberg. Per ora mi sembra bene, ma devo ancora capire se posso schierarlo dall’inizio o se è meglio che cominci dalla panchina”.

LEGGI ANCHE:

Spezzato il sogno Champions dell’Atalanta: clamorosa rimonta del Psg va in semifinale

 

 

 

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Champions League

rfwbs-slide