Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Spezia-Napoli 1-4, la pagella degli azzurri

Ottima prestazione del Napoli che annichilisce lo Spezia. Osimhen devastante. Bene Zielinski e Di Lorenzo. Insigne generoso.

Spezia-Napoli 1.4, la pagella degli azzurri

La pagella degli azzurriSpezia-Napoli 1-4, la pagella degli azzurri

Ottima prestazione del Napoli che annichilisce lo Spezia. Osimhen devastante. Bene Zielinski e Di Lorenzo. Insigne generoso

 

 

 

DIFESA

Meret 6,5 – Poco impegnato durante l’intera partita, mostra un netto miglioramento nel gioco con i piedi quando c’è da impostare l’azione dal basso. Con un’ottima parata evita in prima battuta il gol dello Spezia, ma non può nulla su Piccoli che è pronto a riprendere la respinta e a metterla dentro.

Di Lorenzo 7,5 – È in un periodo di forma strepitoso che gli permette di essere il padrone assoluto della fascia di competenza. Fa benissimo entrambe le fasi, ma è in quella propositiva che risulta dirompente. Bello l’assist per Zielinski con il quale gli consente di sbloccare la partita.

Manolas 7 – Se Meret trascorre un pomeriggio tranquillo lo si deve anche a lui che stoppa sul nascere qualsiasi iniziativa degli attaccanti avversari. Di testa le prende tutte, ma se la cava molto bene anche quando c’è da chiudere con i piedi. Sbaglia poco o nulla.

Rrahmani 6,5 – Ha il difficile compito di sostituire Koulibaly in una zona del campo alla quale non è abituato, ma lo fa bene restando sempre concentrato e concedendo pochissimo agli avversari che gravitano dalle sue parti.

Hysaj 6 – Condizionato forse dal cartellino giallo mostratogli da Irrati a inizio gara, disputa una partita sufficiente durante la quale non mancano alcuni errori sia in uscita, sia in fase difensiva (69° Mario Rui 6 – Entra e partecipa con continuità alla manovra sulla sinistra, facendosi trovare pronto in alcune chiusure difensive. Il gol di Lozano parte da un suo bel lancio lungo a Osimhen).

CENTROCAMPO

Fabian Ruiz 6 – Che non sia in una giornata brillante lo si capisce dai diversi errori commessi nei primi minuti di gioco. Si propone spesso in appoggio ai compagni, ma, ricevuta palla, non verticalizza mai e apre poco il gioco dal lato opposto. Il sei è di stima.

Demme 7 – Un’altra gran bella partita giocata con un impegno straordinario e a ritmi altissimi. È ovunque ci sia bisogno d’aiuto, ma si fa apprezzare anche per l’ottima qualità delle giocate nel distribuire palla rapidamente e sempre con intelligenza. Nel finale di ripresa Previdel gli para un bel tiro ravvicinato negandogli la gioia del gol.

ATTACCO

Politano 6,5 – Disputa una partita più che sufficiente. Quando parte palla al piede sulla fascia è imprendibile, ma non sempre gli riesce di finalizzare l’azione al meglio. Manca un gol clamoroso dopo un’incursione travolgente (75° Lozano 6,5 – Incide sulla partita facendosi trovare puntuale sull’assist di Osimhen e realizzando il bel gol del definitivo 1-4).

Zielinski 7,5 – Segna il gol dello 0-1 su assist perfetto di Di Lorenzo e sblocca una partita delicata. Ma il capolavoro lo compie quando calcia di esterno collo una palla telecomandata per Osimhen in occasione dello 0-2. Ma oltre al gol e all’assist impreziosisce la prestazione con diverse giocate mai banali e sempre finalizzate a “fare male” agli avversari (69° Mertens sv – Resta in campo solo sei minuti. Esce per l’ennesima distorsione alla caviglia. Stagione sfortunata, iniziata male e finita peggio). (75° Elmas sv).

Insigne 7 – Merita un voto alto non tanto per il contributo dato in attacco, ma per la generosità manifestata durante l’intera partita andando a risolvere situazioni complicate in ogni zona del campo, finanche nella propria area. Bravo nel servire palla a Osimhen in occasione del 3-0. Da far vedere nelle scuole calcio il dribbling con il quale avvia una ripartenza saltando di netto due avversari.

Osimhen 8 – È il vero il rimpianto di questa stagione. Dove potrebbe essere oggi il Napoli se solo avesse giocato una decina di partite in più? Il ragazzo cresce di partita in partita e dimostra di avere notevoli capacità di apprendimento e adattamento al nuovo ambiente. Contro lo Spezia parte alla grande rubando palla a un avversario per poi fiondarsi verso la porta e sfiorare il gol per un soffio. Col passare dei minuti cresce e diventa devastante. Gioca una grande partita realizzando una doppietta, servendo un assist perfetto per Lozano per il 4-1 e annichilendo gli avversari con scatti impressionanti. È in doppia cifra nella classifica dei marcatori con 10 gol, traguardo che, continuando così, potrà di sicuro migliorare nelle prossime e decisive tre partite (83° Petagna sv).

Numeri e statistiche del match

LEGGI ANCHE

Osimhen finalmente dimostra il suo potenziale, Spezia annichilito

Victor è l’azzurro del domani, il Napoli è già oltre Gattuso

Grafico, vignettista

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide