Seguici su
1606814839090918

Calciomercato

Spalletti: “Penso al mercato reale e non a quello per creare delle aspettative”

Intanto con l’addio di Tutino e Luperto si inizia a vedere qualcosa di “reale”.

Al termine dell’amichevole con l’Ascoli, Luciano Spalletti ai microfoni di Sky Sport ha dichiarato: “Insigne? Passa tutto dalla qualità. Lorenzo è dentro questo discorso, è quello da cui ci aspettiamo le giocate come contro l’Ascoli. Sono fiducioso per il futuro, questo è un buon gruppo, possono avere confronti importanti. Sarebbe un dispiacere non farglielo fare tutti insieme.

Penso al mercato reale e non a quello per creare delle aspettative o per andare dietro a nomi che non verranno mai. Il mercato reale riguarda solo un paio di situazioni e sono convinto che ci sarà anche la società che riuscirà a realizzare quello che ci necessità e di essere pronti come gruppo all’inizio del campionato”.

Un tecnico che si è calato nella situazione sin dal primo momento e che al Presidente ha chiesto soltanto di non snaturare il Napoli con la vendita di alcuni punti fermi, come Insigne e Koulibaly e tentare di assicurare un rinforzo a sinistra. Aurelio De Laurentiis, finora è riuscito a tenere ben ferma la barra, accettando – se mai arrivassero – soltanto proposte indecenti, ma senza sborsare un cent. E Ciro Venerato, a Radio Kiss Kiss ha ribadito: “Il budget in entrata per il Napoli è di zero euro, tecnicamente vi dico che ai dirigenti è stato detto non comprate se non vendete ed ogni operazione è in prestito gratuito. Il Napoli qualche operazione in uscita potrà farla, e a quel punto potrà muoversi su un prestito gratuito oppure oneroso.

Per Emerson Palmieri? Magari un bonus importante per il quarto posto può essere una idea, ad oggi però non ci sono state proposte al Chelsea e all’entourage del terzino sinistro.

Kaio Jorge? Non era fattibile, se non hai un euro da spendere.

Zakaria? L’Atalanta non riesce a chiudere per Koopmeiners, e potrebbe chiudere per lo svizzero del Gladbach: l’agente Ramadani ha sentito i dirigenti orobici, vediamo se è una operazione fattibile ma questi ultimi mi hanno smentito una imminente chiusura.

Il procuratore di Insigne per motivi personali sarà mercoledì in Abruzzo a Pescocostanzo, ma non ha in agenda alcun vertice di mercato con Giuntoli e De Laurentiis per il rinnovo contrattuale del capitano azzurro”.

Intanto giungono notizie di un mercato “minore” che si muove con l’addio di Tutino e di Luperto mentre  a Castel di Sangro sono attesi in giornata Mertens e Lozano. Non saranno pronti nell’immediato, ma il gruppo si va costituendo e Spalletti potrà coinvolgere entrambi nel nuovo corso che sta per cominciare.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Calciomercato

rfwbs-slide