Seguici su
1606814839090918

Europa League

Spalletti: ” Insigne ha saltato un solo allenamento: è nelle condizioni di essere scelto nella formazione di partenza”

Spalletti: ” Con tanti impegni ravvicinati bisogna ottimizzare i tempi di recupero, cambiare qualche forza nuova”

E’ toccato a Frank Anguissa affiancare Luciano Spalletti nella conferenza stampa di presentazione della sfida tra il Leicester e il Napoli e le sue prime parole confermano lo stato di grazia con cui si è presentato allo stadio Maradona: “Sono molto felice di essere qui, tutto è perfetto” E, a proposito delle differenze tra il calcio inglese e quello italiano, ha detto: “ Il  Leicester è una grande squadra, di grande intensità e li conosco bene. In Italia il calcio è molto più tattico, in Inghilterra c’è maggiore intensità”. E Vardy è sempre il più temibile? “Dobbiamo pensare come una squadra e dobbiamo pensare a tutta la squadra. Ognuno di loro può essere pericoloso, non solo Vardy. Certo, è il loro migliore attaccante, ma dobbiamo essere concentrati su tutta la squadra”.

Ed ecco per Luciano Spalletti un’insidiosa domanda: “Chi l’ha preceduto, non ha dato sempre importanza all’Europa League. Lei come si pone?

“La cosa fondamentale, quando si fa questo lavoro, è essere credibili con i calciatori. Stiamo due mesi in ritiro dove cerchiamo di trovare qualcosa che sia stimolante per i calciatori, che li porti a dare il massimo ogni volta si indossa una maglia importante come quella del Napoli. Poi, a un certo punto, cambiamo atteggiamento? Sarebbe un comportamento che i calciatori stanerebbero subito, sarebbe un motivo per abbassare il livello di attenzione che dobbiamo avere. Non è come spingere un interruttore nel calcio, la devi costruire questa mentalità. Massima voglia di andare a ottenere il risultato più alto in questa competizione. La sfida al Leicester è gara di massimo livello, questa è la bicicletta che sognavamo di pedalare”.

Come si affrontano tanti impegni ravvicinati? “Bisogna ottimizzare i tempi di recupero, cambiare qualche forza nuova. Mettere qualche calciatore pulito dal punto di vista delle tossine accumulate. Per il momento siamo solo all’inizio e verrà fatto in minima parte, non siamo in condizione di pensare di poter cambiare quattro o cinque calciatori”.

Dopo la Juve, il Leicester: le piace giocare queste gare di grandi qualità?
“La nostra professione sarà segnata da quello che faremo in queste partite qui, vogliamo andare a giocarle ed avere confronto di questo livello. Non partite facili, ma partite importanti con avversari come il Leicester dove esibire una forza altrettanto importante”.

Quante possibilità di vedere Insigne di essere in campo?
“Insigne si è allenato, ha fatto tutto l’allenamento per cui se dopo aver sviluppato questo le sensazioni domattina saranno quelle ottimali potrebbe essere della partita. Ha subito questa botta ma ha saltato un solo allenamento di quelli più ritmati e quindi è nelle condizioni di essere scelto nella formazione di partenza.

Zanoli può essere un’opzione per questa gara?

“Zanoli si sta comportando bene, sta lavorando per arrivare a questo livello. Dobbiamo fare delle valutazioni per una gara simile, Malcuit ha fatto esperienze importanti in altri campionati. Con cinque sostituzioni e una partita lunga novanta minuti può succedere di tutto.

Il Napoli scenderà in campo col 4-3-3 e dove può fare meglio Anguissa?

“Il Leicester sa usare anche una tattica di ripartenza che è più una qualità delle squadre italiane. Noi il 4-3-3 lo abbiamo usato e lo abbiamo lavorato, però bisogna saper fare anche altre cose durante una partita. Probabilmente all’inizio sarà così, ma la squadra sa invertire col 4-2-3-1 in maniera molto agevole proprio perchè ci sono giocatori come Frank, che sanno dare equilibrio e sostanza alla squadra davanti alla linea difensiva”.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Europa League

rfwbs-slide