Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Sosta per le Nazionali: inopportuna e pericolosa

Il Presidente De Laurentiis per primo indicò la strada della prudenza chiedendo il rinvio della partite delle Nazionali; anche Marotta ha parlato di inopportunità

Conclusa la 7^ di campionato, si pensa alle Nazionali: il club azzurro, attraverso le parole del presidente De Laurentiis il 22 ottobre pose i primi interrogativi sull’opportunità di spostare la sosta di fronte alla curva di contagio crescente e chiese alla UEFA di evitare di disputare le gare delle Nazionali di novembre. E Al Mattino dichiarò: “ Già le coppe, con i viaggi internazionali mentre tutti stanno di nuovo chiudendo i confini, anche regionali, sono una preoccupazione, figuriamoci un altro giro con le selezioni, visto e considerato ciò che accaduto dopo le ultime partite. “

L’appello di De Laurentiis è stato poi rinnovato da Beppe Marotta che ai microfoni di Sky Sport ha detto: “ L’anno scorso si è conclusa una stagione anomale e se ne è riaperta una ancora più anomala. Giochiamo tante partite, poi mettiamoci il Covid e gli infortuni. E in questa situazione gli allenatori vanno in difficoltà. Bisognare limitare le partite, quantomeno quelle delle Nazionali. Mi sembra giusto che anche le Federazioni rispondono alle nostre esigenze. Questo è un malumore generale di tutti i club.

E infine anche Cristiano Giuntoli si è appellato al buon senso con una dichiarazione ai microfoni di Sky: “Sicuramente sarebbe opportuno in un momento così delicato lasciare i calciatori il più possibile tranquilli e isolati e anche noi crediamo che sarebbe meglio se li lasciassero a Napoli”.

Serpeggia in ogni club il malumore legato al timore delle conseguenze già emerse nella sosta di ottobre, ma se i vertici del calcio non intervengono si potrebbero aprire altre contese legali nel caso alcuni club vietassero la partenza ai propri giocatori. L’avvocato Mattia Grassani, ai microfoni di radio Kiss Kiss, in merito alla questione ha dichiarato: “Non sono ancora coinvolto, ma il calcio sta risentendo del panorama internazionale, la stessa Fifa ha disposto una delibera per delle eccezioni. I club sono i titolari dei diritti alle prestazioni dei giocatori, non è escluso un fronte comune di fronte al non rilascio che è normato dalla Fifa. Tutte le normative a livello nazionale vanno in questa direzione per limitare il contagio, anche in chiave ricorso Napoli, ci chiediamo perché debba essere solo un solo

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide