Seguici su
1606814839090918

Champions League

Si va. Barcellona – Napoli comincia

Il Barcellona non sottovaluta il Napoli e il Napoli non deve pensare ad un’impresa impossibile. Il 14 agosto si giocano i Quarti di Finale

Dopo il botta e risposta tra De Laurentiis e Bartomeu riguardo l’opportunità di giocare al Camp Nou  il match di Champions in programma domani sera alle 21, la concentrazione si sposta ora soltanto sulla partita. Il Napoli scenderà in campo sperando nell’impresa ma pur sempre convinto che possa vincere un incontro  proibitivo. Ma non impossibile. Kostas Manolas che segnò contro il Barcellona, intervistato da la Repubblica, ha detto: “Fu un’emozione pazzesca, indimenticabile. E’ stato il gol più importante della mia carriera. Oggi fermare Messi si può: si ferma di squadra, senza temerne il talento. E’ il numero uno al mondo secondo me, per qualità e intelligenza calcistica. Giocando così tardi, i valori non cambiano. Ma sono ottimista e non ho paura. Vogliamo sorprendere il Barcellona. La pressione l’hanno loro, anche se è una sfida speciale pure per noi. Insigne? Speriamo recuperi, per noi è importante. Come sto? Benissimo anche io, il dolore alle costole è passato”. Fiducioso  anche Dries Mertens: “ Sarà difficile, ma lo sapevamo già e siamo fiduciosi. La chiave è segnare, perché se non ci riusciamo siamo eliminati”. 

Si parte dunque per Barcellona con l’obbligo di segnare ma che non rappresenta uno svantaggio mettendo anzi a nudo le potenzialità. Ogni volta che il Napoli ha avuto due risultati su tre a disposizione, ha centrato il terzo: sabato sera non ha paracaduti, né problemi di gestire a priori il risultato: finisse 1-1 si andrebbe ai supplementari con un’ altra sostituzione possibile, e in caso ancora di parità, ai rigori. Il Napoli se la può giocare ma dovrà affrontare la gara senza timidezza e, in questo, Gattuso avrà una grande responsabilità. Stavolta dovrà mettere da parte il ruolo di motivatore – non serve –; dovrà piuttosto avere le idee chiare che non sempre ha mostrato d’avere. La difesa del Barcellona può essere battuta ma certamente non in modo sconsiderato da pensare di palleggiare nella loro metà campo.

Infine, il capitolo Insigne: 12 partite inutili con Insigne in campo e domani sera potrebbe rischiare: ma con quali conseguenze? Se Gattuso e gli 11 guerrieri pensano di poter espugnare il Camp Nou, devono pensare che il 14 agosto si giocherà per i Quarti di Finale. Mertens disse: “ Se a Barcellona….tutto può succedere”

E il Barcellona, da parte sua, non sottovaluta la partita e su Asche ipotizza  la formazione, si legge: “ Es por eso que el Barça no se puede fiar un ápice, a pesar de tener el 1-1 de la ida en San Paolo”.

 

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Champions League

rfwbs-slide