Connect with us

In primo piano

Serie A: 2,5 miliardi di debiti. Solo il Napoli ha il bilancio in attivo e nessun debito con le banche

In un’interessante inchiesta la Gazzetta dello Sport ha analizzato i bilanci dei 20 club di Serie A 

Secondo quanto riportato oggi dalla Gazzetta dello Sport, se il campionato dovesse fermarsi a causa del coronavirus la situazione economica dell’intero sistema calcistico si farebbe preoccupante e la serie A rischierebbe davvero grosso. Dall’analisi effettuata dalla Rosea sui bilanci dei 20 club della Serie A, infatti, si evince che le spese complessive, ormai fuori controllo, sono superiori al fatturato nonostante quest’ultimo sia aumentato.

I costi della Serie A nel 2018/2019 sono stati di circa 3,5 miliardi di euro con un incremento di circa 500 milioni rispetto ai soli 300 milioni di crescita del fatturato complessivo arrivato a 2,7 miliardi al netto delle plusvalenze. Ma a preoccupare di più è il dato relativo ai debiti: circa 2,5 miliardi. Debiti che in gran parte le società hanno contratto nei confronti di banche e istituti di factoring ai quali hanno ceduto in anticipo gli incassi previsti dai diritti tv per avere flusso di cassa.

A fronte di un aumento degli incassi (diritti TV, introiti UEFA…) c’è un incremento degli stipendi di circa 300 milioni (1.756 annui) e degli ammortamenti del costo storico dei calciatori di almeno 100 milioni (787 annui). Costi da far venire i brividi ai quali le società hanno cercato di porre rimedio attraverso numerose plusvalenze interne ed estere.

Ma se i conti del calcio italiano sono disastrosi, non è che nel resto d’Europa sia tutto rosa e fiori, cosa che fa capire quanto sia difficile la situazione. In Italia solo 5 club su 20 hanno chiuso in attivo gli ultimi bilanci: Napoli (+29,2), Atalanta (+24), Sampdoria (+12,1), Sassuolo (+8,1) e Udinese (+1,2). Sono solo tre, invece, i club che non hanno debiti nei confronti delle banche: Napoli, Cagliari e Torino.

Quindi, alla luce dell’attenta analisi realizzata dalla Gazzetta dello Sport, si deduce che in una situazione drammatica come quella che l’intero movimento calcistico italiano sta vivendo, il Napoli dell’oculato De Laurentiis è l’unica società virtuosa della Serie A avendo un bilancio attivo e nessun debito con le banche. Dato questo che dovrebbe far riflettere i tanti tifosi e opinionisti che spesso criticano ingiustamente l’operato del presidente azzurro.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

More in In primo piano

rfwbs-slide