Seguici su
1606814839090918

In primo piano

 Sergio Busquets positivo e la Spagna trema ma si cautela

Fabrizio Pregliasco: “E’ un bel problema, anche perché in Spagna non hanno vaccinato i calciatori”

La campagna vaccinazioni, il calo dei contagi avevano messo un po’ all’angolo la questione Covid che è riemersa ieri con la notizia della positività di Sergio Busquets al Coronavirus. Una mazzata per il ct Luis Enrique e per l’intera selezione spagnola, al momento per niente certa di poter scendere in campo lunedì 14 giugno contro la Svezia.

Sulla questione si è soffermato anche il virologo e presidente Anpas Fabrizio Pregliasco, che ha espresso il proprio punto di vista ai microfoni di ‘Un Giorno da Pecora’ su Rai Radio1: “E’ un bel problema, anche perché in Spagna non hanno vaccinato i calciatori e in teoria sono contatti stretti. Sono messi un po’ male. Se possono giocare lunedì contro la Svezia? Decisione difficile, i contatti stretti del contagiato dovrebbero esser in isolamento“.

La Spagna è comunque ricorsa ai ripari e tramite un comunicato ufficiale, la Nazionale Roja ha annunciato la convocazione di 4 calciatori in vista delle possibili conseguenze della positività di Sergio Busquets, out dopo aver contratto il Covid.

“In previsione delle possibili conseguenze che potrebbe portare la positività di Sergio Busquets, lo staff tecnico ha deciso di inglobare all’interno di una bolla parallela un gruppo di calciatori per completare gli allenamenti nei prossimi giorni agli ordini di Luis Enrique.

In questo senso, domani si uniranno alle sessioni di Las Rozas i giocatori Rodrigo Moreno (Leeds United), Pablo Fornals (West Ham United), Carlos Soler (Valencia CF) e Brais Méndez (RC Celta). Inoltre, una volta terminata la partita contro la Lituania, un gruppetto di calciatori ancora da confermare si unirà agli allenamenti della prima squadra alle stesse condizioni dei precedenti. Si alleneranno in tempi diversi e non si mescoleranno in nessun caso ai convocati.

I giocatori invitati alle sessioni di allenamento rimarranno fuori dalla bolla della Ciudad del Fútbol e si recheranno giornalmente a Las Rozas dopo aver superato i relativi test giornalieri prima del loro arrivo e durante il loro soggiorno. Il loro definitivo inserimento nella lista di Euro 2020 sarà valutato in base ai risultati ottenuti nei prossimi giorni”.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide