Seguici su
1606814839090918

Editoriale

Senza Insigne e senza Mertens (?), tocca a Koulibaly scendere in campo a rapprentare il Napoli

Tocca rischiare sino al 1° settembre a meno che il Barca non comunichi prima lo stop al mercato così che KK possa restare con o senza il rinnovo

Per la Juventus Kalidou Koulibaly resterà un sogno. Per Koulibaly il sogno è il Barcellona. Il fascino del Barca che si rilancia con Xavi ha colpito anche KK tutto azzurro, al punto che anche di fronte ad un’offerta di 4 milioni netti vuole aspettare. Con il Barca potrebbe concludere la sua carriera con un’esperienza esaltante ma il Barca deve far soldi, annegato com’è in un profondo rosso. Spalletti e i tifosi sperano ardentemente che i fondi a disposizione del Barca siano destinati all’acquisto di Lewandowski lasciando KK a Napoli.

In uno stadio dove non scenderanno  più i due scugnizzi piccoletti che erano in simbiosi con i tifosi, è dura pensare che mancherà anche Koulibaly che ha risposto ad un articolo di “peggio cose” con un’eleganza di chi sente l’affetto di cui è circondato scrivendo “Napoli città antirazzista” e in sottofondo “‘O scarrafone” di Pino Daniele che canta “Viva viva ‘o Senegal”.

Nessuno tocchi KK  che rappresenta l’identità di questa squadra.   Tocca rischiare sino al 1° settembre a meno che il Barca non comunichi prima lo stop al mercato così che KK possa restare con o senza il rinnovo: il prossimo anno si vedrà.

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

Da leggere

Altri in Editoriale

rfwbs-slide