Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Seconda giornata: Gotti e Inzaghi in cerca di conferme

Grande voglia di rivalsa nei ragazzi di Zanetti sconfitti a Napoli in 11 contro 10 e nell’Inter la sfida nella difesa dello scudetto

La Serie A è pronta a scendere nuovamente in campo per disputare la seconda giornata di campionato. Ad aprire le danze nell’anticipo di venerdì saranno Udinese-Venezia alle ore 18:30 e Hellas Verona-Inter subito a seguire.

UDINESE-VENEZIA

I bianconeri di Luca Gotti dopo l’esordio positivo con la Juventus vogliono proseguire la striscia positiva contro la formazione veneta di Paolo Zanetti che è invece in cerca di riscatto dopo la sconfitta per 2-0 subita domenica scorsa al Diego Armando Maradona.

L’Udinese è reduce da un pareggio in rimonta ottenuto alla Dacia Arena contro la Vecchia Signora per 2-2. Dopo esser stata in svantaggio di due reti, è riuscita a recuperarle grazie alle reti del Tucumano Pereyra su calcio di rigore e dello spagnolo Delofeu, ma soprattutto grazie agli errori del portiere della formazione piemontese. I friulani dunque vogliono e devono confermare quanto visto domenica. Dal mercato dovrebbe arrivare ancora qualche innesto per poter definitivamente completare la squadra e regalare al tecnico Luca Gotti una rosa con cui poter raggiungere gli obiettivi prefissati: parliamo infatti di Isaac Success e Nehuen Perez, provenienti rispettivamente dal Watford e dall’Atletico Madrid. Occhio anche alle cessioni: in uscita ci sono Rodrigo Becao e Stryger Larsen e questo potrebbe costringere la famiglia Pozzo a cercare un sostituto.

Il Venezia invece ha esordito domenica scorsa in Serie A dopo ventidue anni, anche se non è stato proprio dei migliori. Infatti nonostante la superiorità numerica causata dal presunto “schiaffo” del centravanti azzurro Victor Osimhen ai danni di Daan Heymans, non sono riusciti ad approfittarne e sono stati sconfitti per 2-0. C’è quindi grande voglia di rivalsa nei ragazzi di Zanetti e la sfida contro l’Udinese può essere il contesto perfetto per poter rialzare la testa e cercare di strappare qualche punto. Per quanto riguarda il mercato, il mister dei veneti rispetto all’ultima uscita stagionale potrà contare anche sugli attaccanti Thomas Henry, prelevato dall’OH Leuven per circa sei milioni di euro, e David Okereke, preso in prestito dal Bruges.

PROBABILI FORMAZIONI UDINESE-VENEZIA

Per i friulani un solo dubbio relativo a chi dovrà affiancare Pussetto in attacco: Gotti sarebbe orientato a far giocare Okaka dal primo minuto, con Deulofeu che potrebbe subentrare nel corso del secondo tempo. Per il Venezia possibile l’esordio nel tridente per l’attaccante nigeriano Okereke

UDINESE (3-5-2): Silvestri; Stryger, Nuytinck, Samir; Molina, Pereyra, Walace, Arslan, Udogie; Pussetto, Okaka. A disposizione: Padelli, Scuffet, Becao, De Maio, Zeegelaar, Makengo, Jajalo, Samrdzic, Ianesi, Palumbo, Deulofeu. Indisponibili: Forestieri, Nestorovski. Allenatore: Gotti.

VENEZIA (4-3-3): Maenpaa; Mazzocchi, Caldara, Ceccaroni, Molinaro; Fiordilino, Peretz, Heymans; Okereke, Forte, Johnsen. A disposizione: Lezzerini, Ebuehi, Modolo, Svoboda, Schnegg, Tessmann, Dezi, Vacca, Sigurdsson, Henry, Di Mariano, Karlsson. Indisponibili: Ala-Myllymaki, Crnigoj. Squalificati: Aramu. Allenatore: Zanetti.

****

HELLAS VERONA-INTER

L’Inter di Simone Inzaghi, dopo il convincente esordio condito da ben quattro reti contro il Genoa, vuole dimostrare ancora di essere la prima della classe e una vittoria contro i gialloblù allenati da Eusebio Di Francesco (reduce da una sconfitta per 3-2 contro il Sassuolo) darebbe sicuramente ulteriori certezze ai nerazzurri.

I campioni in carica vengono da una vittoria macroscopica per 4-0 al Meazza contro un Genoa che praticamente non è mai sceso in campo. Nonostante il malumore dovuto alla questione societaria e alle cessioni di due pilastri dell’Inter di Conte come Hakimi e Lukaku, la squadra allenata da Simone Inzaghi non si è fatta trascinare e con una prestazione più che convincente davanti ai propri tifosi, ha schiacciato senza pietà il Grifone. Il mercato ha regalato alla squadra del tecnico ex Lazio un suo vecchio pupillo: nella giornata di ieri è infatti stato ufficializzato l’acquisto di Joaquín “El Tucu” Correa in prestito oneroso a cinque milioni di euro con obbligo di riscatto fissato a venticinque milioni. Il neo acquisto dunque, insieme a Dzeko e Lautaro, andrà a completare il reparto offensivo interista e non è escluso che contro il Verona possa esserci. Al Bentegodi i nerazzurri cercano ulteriori conferme e vogliono lanciare un chiaro segnale alle pretendenti per il tricolore: ” lo scudetto sul petto lo abbiamo noi, e non ci siamo indeboliti.”

Dall’altra parte invece il Verona è reduce da una rocambolesca sconfitta all’esordio contro il Sassuolo. Gli Scaligeri hanno lottato a viso aperto contro i neroverdi e hanno tenuto botta, dopo un primo tempo terminato in svantaggio e con l’espulsione di Miguel Veloso nel finale. Non è bastata la doppietta di Mattia Zaccagni per portare a casa almeno un punticino: ecco dunque che la sfida contro l’Inter diventa fondamentale per provare a scalare la classifica e cominciare la stagione senza ansie. Per il mercato, è importante segnalare l’arrivo dal Cagliari di Giovanni Simeone in prestito con diritto di riscatto.

PROBABILI FORMAZIONI HELLAS VERONA-INTER

Unica novità di formazione per l’Inter rispetto alla scorsa gara è il ritorno di Lautaro Martinez dal primo minuto. Non sicura la titolarità di Dumfries, occhio dunque a Matteo Darmian per un posto sulla fascia destra. L’Hellas invece schiera il talentino serbo ex Citizens Ivan Ilic al posto dello squalificato Miguel Veloso.

VERONA (3-4-2-1): Montipò; Dawidowicz, Gunter, Ceccherini; Ruegg, Tameze, Hongla, Lazovic; Barak, Zaccagni; Kalinic. A disposizione: Pandur, Berardi, Sutalo, Cetin, Magnani, Casale, Cancellieri, Ilic, Frabotta, Bessa, Ragusa. Indisponibili: Faraoni, Lasagna. Squalificati: Veloso. Allenatore: Di Francesco.

INTER (3-5-1-1): Handanovic; Skriniar, De Vrij, A. Bastoni; Darmian, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Lautaro; Dzeko. A disposizione: Radu, Cordaz, D’Ambrosio, Kolarov, Ranocchia, Dumfries, Dimarco, Vidal, Vecino, Sensi, Correa, Satriano. Allenatore: S. Inzaghi

a cura di  STEFANO LAUX

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide