Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Sabatini: “Ho raggiunto l’obiettivo e questo resterà sempre”

Dispiace tanto non poter continuare, ma le cose sono andate in modo diverso. Al presidente ho detto “Ciao, buona fortuna”

Gianluca di Marzio ha riportato le parole di Walter Sabatini che ha lasciato la Salernitana dopo aver centrato il difficilissimo obiettivo della salvezza: “Mi dispiace molto, per la città di Salerno soprattutto. Nel calcio ci sono diatribe quotidiane, in questo caso il confronto si è sviluppato in una certa maniera e posso dire che ci sono abituato. Se qualcuno mi cercherà, e vi dico che sono in diversi, darò la mia disponibilità. Non entrerò nel merito di altre argomentazioni, soprattutto di mercato. So che sono arrivato in una situazione difficile e che ora il percorso si è interrotto, pur con un lieto fine chiamato salvezza. A Salerno mi vogliono e mi hanno voluto molto bene e dispiace tanto non poter continuare, ma le cose sono andate in modo diverso. Al presidente ho detto “Ciao, buona fortuna”. Nient’altro. Ma guai a dire che non ho portato a termine il progetto, non è vero: ho tirato fuori la Salernitana dalle sabbie mobili della classifica, ho raggiunto l’obiettivo e questo resterà sempre. Auguro di cuore il meglio ad una tifoseria appassionata come quella granata. Spero che Nicola resti, ha firmato il contratto e non è stato ancora depositato”.

Intanto dalla dirigenza del club un commento di attesa: “A stretto giro parleremo di tutto” e sicuramente si dovrà trovare il nome giusto per un nuovo ds alla vigilia del calciomercato. Davide Nicola ha sottoscritto un biennale nella giornata di martedì e vorrebbe proseguire con la squadra granata; tuttavia prima di depositare il contrato vorrà parlare con il nuovo ds e decidere. Così la stampa nazionale ipotizza anche un possibile cambio di panchina e da più parti si è fatto il nome di Fabio Cannavaro che avrebbe manifestato il desiderio di un’esperienza in Italia. Ma a Salerno, il nome dell’ex campione del mondo risulta molto sgradito nientemeno per un gesto irriverente di 18 anni fa, dopo un gol in Salernitana- Parma del ’99; un gesto villano di cui si scusò Cannavaro non mancando di dire che era stata una reazione agli insulti villani ricevuti dalla curva.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide