Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Ripensandoci, è meglio rinviare partite e polemiche

Le cinque partite che si sarebbero giocate a porte chiuse sono state rinviate, così anche Juventus-Inter

Se ne parlava da questa mattina, e alla fine la Lega in una nota, comunica: “Visto l’articolo 1. co. 1 lett. A) del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 25 febbraio 2020 ‘Ulteriori disposizioni attuative del decreto legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19’; considerato il susseguirsi di numerosi interventi normativi urgenti da parte del Governo per rispondere a questa straordinaria emergenza a tutela della salute e della sicurezza pubblica; il presidente della Lega Nazionale Professionisti Serie A comunica che sono rinviate le seguenti gare della 7^ giornata di ritorno del campionato di Serie A, inizialmente previste a porte chiuse: Juventus-Inter, Milan-Genoa, Parma-Spal, Sassuolo-Brescia, Udinese-Fiorentina. La data di recupero delle predette gare è fissata per il giorno mercoledì 13 maggio 2020. La Finale di Coppa Italia sarà conseguentemente programmata per il giorno mercoledì 20 maggio 2020″.

Dunque Udinese-Fiorentina, Milan-Genoa, Parma-Spal, Sassuolo-Brescia e soprattutto Juventus-Inter non si disputeranno a porte chiuse come già era stato deciso, ma sono rinviate al 13 maggio, ovvero la data segnata in rosso come quella della finale di Coppa Italia che sarà invece disputata il 20 maggio.

Con tale decisione si chiude (all’italiana) anche la polemica sul rimborso dei biglietti che nei giorni scorsi ha tenuto banco tra i tifosi e la Società bianconera che, facendo appello al regolamento, non avrebbe riconosciuto alcun obbligo al rimborso: “L’obbligo di giocare partite a porte chiuse, e/o eventuali chiusure di settori, e/o l’eventuale squalifica del campo e la disputa di partite in campo neutro, disposti per Legge o provvedimento di autorità pubbliche o sportive, non genereranno diritto al rimborso e le spese di trasferta saranno a carico del titolare del titolo di accesso”.

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide