Seguici su
1606814839090918

Coppa Italia

Riparte il calcio in Italia! Serie A, Serie B e Coppa Italia al via il 13 giugno

Ecco come sono stati sciolti i nodi sulle date, sui tifosi, sul protocollo e sui problemi contrattuali

Ora è ufficiale: il calcio italiano ripartirà dal 13 giugno. Riprenderanno Serie A, Serie B e Coppa Italia, che sarà la prima a ripartire. Infatti, le semifinali di ritorno tra Juventus e Milan e Napoli ed Inter si giocheranno il 13 o il 14 giugno; la finale si disputerà a Roma allo stadio Olimpico il 17 giugno. La Serie A e la Serie B ripartiranno il 20 giugno. Il calcio femminile ed il campionato Primavera possono nutrire ancora qualche speranza, anche se la ripresa per loro appare difficile.

In Serie A si dovrebbe ripartire il 20 giugno con la 27esima giornata di campionato, mentre le partite da recuperare della 25esima giornata si dovrebbero giocare il 23 giugno. Successivamente, si giocherà ogni 3-4 giorni per finire presumibilmente tra fine luglio ed inizio agosto come indicato dall’Uefa. Dunque il mese di agosto sarebbe interamente dedicato alle Coppe europee in cui sono ancora impegnate Napoli, Juventus, Inter, Atalanta e Roma. Restano da sciogliere i nodi sui diritti tv e sugli orari. Anche la Serie B ripartirà, mentre la Lega Pro prende tempo e la Serie D è ufficialmente chiusa.

Altro problema è rappresentato dai contratti in scadenza al 30 giugno. Secondo le prime indiscrezioni si procederà caso per caso. Le società si metteranno d’accordo sui giocatori in prestito o su quelli il cui passaggio a titolo definitivo sarebbe dovuto avvenire il 1° luglio 2020. In caso di controversia, il giocatore interessato non potrà essere schierato da nessuna delle due squadre. Dunque per ora nessuna proroga di gruppo, ma una valutazione consensuale per ogni caso.

Ovviamente il tutto avverrà senza tifosi, a porte chiuse. Anche il protocollo sembra ormai essere stato vagliato: ingressi contingentati negli stadi con criteri ben precisi per ogni categoria che dovrà farvene accesso. Ad esempio, la squadra di casa dovrà raggiungere lo stadio con mezzi propri, niente bus di squadra. Anche gli arbitri arriveranno con auto separate. Per quanto riguarda tv e giornalisti per ora prevale la linea che prevede ingressi limitati a numero chiuso. Tutti i nodi verranno ufficialmente sciolti il 4 giugno, quando andrà in scena il Consiglio Federale. Dopo mesi di tira e molla finalmente si può dire che il calcio italiano è tornato!

LEGGI ANCHE:

Napoli, niente rimborsi dei biglietti e degli abbonamenti

Premier: si parte il 17 giugno

Guardando la Bundesliga: seri i rischi d’infortuni

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Coppa Italia

rfwbs-slide