Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Rinnovo contratto Insigne: è iniziata la trattativa

Secondo Radio Kiss Kiss sono iniziati i primi contatti per verificare la fattibilità di un rinnovo; la prossima settimana si parlerà di cifre

Torna il tormentone contratto e Insigne intervenuto al Festival dello sport di Trento dice “Ho un contratto fino al 2022, anche se è in scadenza – come ho detto in questi giorni – voglio stare solo concentrato sul campo, al di là delle altre situazioni c’è il mio procuratore che ha parlato con il presidente. Non è una questione facile”.

A Radio Kiss Kiss, invece, Valter De Magio sembra annunziare la lieta novella del contratto rinnovato. La verità sta forse nel mezzo:  quanto meno si è aperta la strada che a Dimaro e a Castel di Sangro sembrava totalmente chiusa fino a evitare un incontro tra il presidente e l’agente di Insigne. Secondo Radio Kiss Kiss, si è a lungo parlato della possibilità di prolungare il contratto come già Repubblica aveva anticipato la scorsa settimana. Nella prossima si andrà poi nello specifico delle cifre per trovare un punto d’incontro. A nessuno è sfuggito però che Andrea Chiavelli si sia rivisto a Castel Volturno come non accadeva da molto tempo e sembra improbabile che l’amministratore delegato, uomo chiave del mercato e dei bilancio della società calcio Napoli, abbia volto fare una capatina al centro sportivo.

Sull’argomento tanto caldo è intervenuto Francesco Graziani, ex attaccante e allenatore che ha detto: “Io credo che De Laurentiis non lo voglia più, a differenza di quanto fatto in passato con Mertens. Capisco che ci siano in ballo interessi finanziari, ma su Lorenzo, capitano e bandiera, non puoi fare questo discorso, gli devi solo dare un contratto di altri quattro anni e fargli chiudere la carriera”.

Di diverso avviso invece  l’ex calciatore del Napoli Gianni Improta che ha commentato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli  le dichiarazioni di Insigne riguardo il suo rinnovo di contratto: “Ci andrei cauto sulle dichiarazioni del capitano, sono convinto che Insigne resterà al Napoli per un motivo semplicissimo. Se è vero quello che trapela, che vuole diventare la bandiera del Napoli di tutti i tempi e vuole bene a questi colori, è normale che troveranno un accordo. Le dichiarazioni oggi lasciano il tempo che trovano, io aspetterei perché la società si è mossa dando un segnale. Resto quindi fiducioso e convinto che il capitano resterà, anche perché nel mio mondo non ho mai pensato prima ai soldi”.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide