Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Quinta giornata di campionato, oggi 4 partite

Salernitana-Verona, ore 18:30; Spezia-Juventus, ore 18:30; Cagliari-Empoli, ore 20:45; Milan-Venezia, ore 20:45 (in diretta su Sky Sport: queste le partite della quinta di campionato

La 5^ giornata di campionato prosegue con 4 incontri: due alle 18,30 e le altre alle 20,45

Salernitana-Verona, ore 18:30;

Spezia-Juventus, ore 18:30;

Cagliari-Empoli, ore 20:45;

Milan-Venezia, ore 20:45 (in diretta su Sky Sport)

Salernitana – Verona  – I granata ancora a zero punti hanno pagato a caro prezzo lo scotto del noviziato. Non è bastato l’ingresso di Ribery a far conquistare un punto alla squadra di Castori che però contro l’Atalanta avrebbe meritato un pareggio che le sarebbe stato pure stretto. Significa che la squadra costruita in tutta fretta e precarietà sta assumendo un atteggiamento più consapevole e, in casa, contro una diretta avversaria per non retrocedere non può fallire.

Stesso discorso per Igor Tudor che però arriverà a Salerno avendo scippato meritatamente tre punti alla Roma di Mourinho.  Tuttavia il Verona non deve commettere l’errore di sottovalutare la Salernitana. Lo zero in classifica dei campani infatti non deve trarre in inganno. Nell specifico, in occasione dell’ultima partita giocata dalla Salernitana contro l’Atalanta, la formazione di Castori avrebbe almeno meritato un pareggio. Tante occasioni create, tanti errori sotto porta e poi Zapata ha risolto il match.

Cagliari – Empoli –  Per Mazzarri è il debutto in casa e in conferenza ha detto: “Sarà una partita difficilissima, ma io ho detto ai ragazzi che dobbiamo pensare a noi e basta: se affronteremo domani l’Empoli con la stessa adrenalina e aggressività vista domenica, probabilmente riusciremo a non farli ragionare. L’avversario deve interessarci dal punto di vista tattico, perché ogni giocatore deve vincere i suoi duelli, ma non dobbiamo pensare alla classifica dato che mancano ancora 34 partite. Ma questa sarà la mentalità che voglio dalla mia squadra, spero domani di avere i tifosi dalla nostra parte e avere un dodicesimo uomo in campo, che ci dia una mano finché dura la partita. Noi daremo anima, cuore e pure qualcosa in più”.

Anche Fabrizio Corsi, presidente dell’Empoli prova a caricare la sua squadra: ““Nessuna preoccupazione, gestire i momenti difficili fa parte del gioco e noi sappiamo bene che la serie A è questa. Lo dico in generale parlando ai tifosi, ma lo dico soprattutto a noi stessi. Non dobbiamo far drammi. Dobbiamo capire cosa è successo e per questo abbiamo analizzato a lungo la sconfitta contro la Sampdoria.  L’allenatore sta lavorando e sa che con il tempo certi giocatori possono solo migliorare. Non dimentichiamoci che anche tre anni fa, di questi tempi, in pochi avrebbero detto che Bennacer o Krunic, piuttosto che Di Lorenzo, sarebbero diventati quelli che poi sono diventati. Servono pazienza e lucidità, dobbiamo renderci conto che in questa categoria il sangue freddo è fondamentale

Spezia – Juventus Lo Spezia sembra dover subire le ire della Juventus e tuttavia Thiago Motta prepara la partita con fiducia e in conferenza ha detto: “Credo che la Juve abbia una rosa con giocatori che non abbiamo bisogno di giudicare. Hanno un livello enorme. Sono una rosa ampia, di qualità. Vivono un momento difficile ma mi aspetto quello che ho visto con Malmoe e Milan nel primo tempo, e anche nel secondo seppure non abbia avuto il risultato. Dobbiamo essere al nostro massimo, fare la nostra partita e vedere che succede. A livello di risultati possono essere in difficoltà, ma la pressione la abbiamo tutti. Dobbiamo fare più punti ora per arrivare alla fine e giocarcela con le squadre che possono lottare con noi. Domani non sarà diverso”.

Per Allegri, lo Spezia sbarazzino, dovrà essere travolto, ma non dalle chicchiere.

Milan – Venezia Che Pioli faccia un sol boccone del Venezia è tutto da vedere.  Non arrivano infatti buone notizie dall’allenamento odierno del Milan, visto che nessuno degli slot occupati dai giocatori in infermeria si libererà per la partita di domani contro il Venezia a San Siro. Olivier Giroud, che sembrava potesse rientrare oggi in gruppo, ha svolto un lavoro personalizzato e difficilmente, domani, lo vedremo tra i convocati.

Anche gli altri indisponibili hanno proseguito nei loro lavori, tra terapie e allenamenti individuali. Dunque Pioli si ritrova, nuovamente, con gli uomini contati e avrà poche opportunità di turnover.

Due le scelte che l’allenatore milanista dovrà fare: Bennacer si gioca una maglia con Kessie mentre Saelemaekers potrebbe riposare con l’inserimento dall’inizio di Alessandro Florenzi.

Da parte di Zanetti la voglia di sfruttare la rabbia dopo la partita con lo Spezia: “Normale che siamo arrabbiati e delusi, sentimenti che penso abbiano tutte le persone che hanno a cuore il Venezia. Noi chiaramente di più perché sul campo abbiamo dato tutto, con una prestazione che nel 99% dei casi porta punti.” E sulla gara con il Milan: “  Il Milan un’identità abbastanza chiara, è la miglior squadra della Serie A, ha ampiezza, profondità e gioco tra le linee, tutte le armi possibili e immaginabili, dobbiamo cercare di contrastarle tutte. Dobbiamo pensare a come poter mettere in difficoltà anche noi il Milan, perché se la giochiamo sulla difensiva abbiamo già perso. Faremmo novanta minuti da spettatori e non lo voglio fare, andremo là con grandissimo rispetto e l’umiltà del caso, farò qualche piccolo accorgimento, ma dovremo fare in modo di metterli in difficoltà, non solamente con il pensiero di difenderci, altrimenti sarebbero novanta minuti di agonia”.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide