Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Quel fallo che non c’è, ma la società tace

Fabbri ha sbagliato a valutare perchè distante 35 metri dall’azione

Il Napoli riprenderà  questa mattina gli allenamenti al Training Center per preparare il match contro lo Spezia in programma sabato alle ore 15 . C’è ancora da smaltire le tossine dopo quel pareggio che ha spostato la classifica del Napoli. Una squadra punita da se stessa e dall’arbitro Fabbri che si è addossato tutte le responsabilità per rendere immacolato Pier Silvio Mazzoleni che sembra essere dal 2012 il persecutore del Napoli. Tanti i club che ottengono l’allontanamento di un arbitro non gradito: non il Napoli che mai ha trovato la strada della protesta proficua.

L’azione che ha portato Osimhen al raddoppio è stata fulminea e Fabbri era distante 35 metri in una posizione che non gli consentiva poter valutare la spinta dell’attaccante azzurro su Godin. Dal VAR Mazzoleni non poteva intervenire, e tuttavia quelle cuffiette così discrete – si sa – possono  trasmettere segnali inequivocabili per una valutazione “giusta”. La sestina che scende in campo,  a inizio partita, si scambia un pugno d’intesa perché si lavori di squadra e al Maradona non è accaduto. E semmai Fabbri abbia pensato che la spinta di Osimhen fosse  determinante per invalidare la rete, perché quando qualche minuto dopo, lo stesso Osimhen ha ricevuto una spinta (considerevole) a centro campo non è stata sanzionata?

Dalla società un commento della partita sul sito web senza alcun cenno all’episodio: “Finisce 1-1 allo Stadio Maradona tra Napoli e Cagliari. Non è il pari, quanto la maniera in cui è arrivato a lasciare gelo e rammarico. Un gol di Nandez in pieno recupero sancisce l’esito del match, con il Napoli che era stato avanti, pressochè padrone del campo, per la maggior parte dell’incontro. Sono fatalità del calcio e fanno parte del gioco.

L’unica nota è venuta dal vice presidente del Napoli, Edoardo De Laurentiis, che  sui social attraverso delle ‘stories’ Instagram ha scritto: “A noi un gol regolare non convalidato, a loro come al solito un gol convalidato non regolare… che tristezza...” E in un successivo post ha attaccato anche il Var e Mazzoleni: “Rocchi in settimana è venuto al centro sportivo della SSCNapoli a spiegare tutti i vari interventi arbitrali, utilizzo VAR… e poi? Accade l’impossibile. Mazzoleni al bar non al Var”.

Un pò poco.

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide