Seguici su
1606814839090918

Formula 1

Qualifiche GP Belgio: pole per Hamilton! Disastro Ferrari: entrambe fuori nel Q2

Pole numero 93 per il campione del mondo in carica, seguito da Bottas e Verstappen. Leclerc 13° e Vettel 14°

Hamilton vola sullo storico circuito belga di Spa-Francorchamps con un 1:41.252, record del tracciato. Chiude la prima fila, il compagno di squadra, Bottas, a più di mezzo secondo. Seconda fila per Verstappen, che chiude a soli 15 millesimi dal pilota finlandese della Mercedes, e Ricciardo, che domani partirà con la Renault in quarta posizione. Seguono la seconda Red Bull di Albon quinto, Ocon sesto, Sainz settimo, le due Racing point di Perez e Stroll che domani partiranno in ottava e nona posizione. Disastro per la Ferrari, troppo lente. Entrambe eliminate durante la Q2, partiranno con Leclerc in 13esima e Vettel in 14esima posizione.

Q1: Ferrari salve per pochissimo: Raikkonen chiude 16esimo a soli 87 millesimi da Leclerc 15esimo, e con Vettel 13esimo. Vengono eliminate le due Haas e le due Alfa Romeo, entrambe scuderie motorizzate dalla Ferrari, e Latifi.

Q2: entrambe le Ferrari eliminate. Il miracolo che tanto si aspettavano i tifosi della rossa non è arrivato sul circuito di SPA. A un anno di distanza dalla prima fila tutta rossa e il primo trionfo in Formula 1 per Charles Leclerc, il pilota monegasco partirà dalla 13esima posizione, seguito in 14esima posizione dal compagno di squadra, Sebastian Vettel. Eliminate in questa manche anche le due Alpha tauri che scatteranno in 11esima posizione con Kvyat e in 12esima con Gasly. Chiude in 15esima la seconda Williams di Russel.

Q3:assolo di Hamilton! Pole numero 93 in carriera per il campione inglese che stacca il compagno di squadra, Bottas, di più di mezzo secondo.

Ferrari mai così male. Mai dalla nascita nel 2006 delle qualifiche divise in 3 manches, è successo che entrambe le rosse fossero eliminate nel Q2. Un’involuzione spaventosa per la Ferrari, che qui lo scorso anno ha dominato e che quest’oggi chiude con un tempo di 2 secondi circa più lento del pole man, Hamilton. Neanche i più scettici e negativi potevano immaginare un tonfo simile quando ad inizio stagione si valutavano i primi risultati dei test invernali. La pioggia, il cambio di assetto e la qualità dei suoi piloti sono fattori importanti per la gara di domani, ma sembrano essere totalmente insufficienti per una SF1000 che non ha velocità e, nonostante un cambio di assetto, perde molto nel settore centrale nella parte più guidata: un vero disastro.

L’unica nota positiva delle prove libere di ieri e oggi e delle qualifiche odierne è sicuramente un gruppo centrale molto migliorato rispetto alle scorse stagioni. Tralasciando la Racing point, non brillantissima quest’oggi,  la McLaren e la Renault stanno raccogliendo i frutti di un buon progetto e, complice anche l’assenza delle rosse nelle posizioni di vertice, stanno conquistando ottimi risultati. Al podio di Norris alla prima gara stagionale e il quarto posto in Inghilterra per Ricciardo, si aggiunge l’ottima qualifica di oggi per la Renault, che partirà con il pilota australiano in quarta posizione e Ocon in sesta.

Ormai giunti al settimo appuntamento, la stagione entra nel vivo. Seppure il campionato costruttori e piloti sembri ormai assegnato, tuttavia la gara di domani potrebbe riservarci un grande spettacolo, con i piloti Ferrari determinati a riscattarsi e un caldissimo Ricciardo pronto per il primo podio in Renault.

Collaboratore - Dottore in medicina e chirurgia

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Formula 1

rfwbs-slide