Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Qualificazione Olimpica Setterosa: la pallanuoto femminile è fuori

Favola senza lieto fine per le azzurre alle quali restano le lacrime per la grande delusione: ora via alla rifondazione

La pallanuoto femminile è fuori dalle Olimpiadi di Tokio. E’ la seconda volta, dopo il 2000, che la squadra italiana non si qualifica per le Olimpiadi. La squadra italiana paga la lunga mancanza di incontri ufficiali e, dopo aver agevolmente superato la Slovacchia (26-4) e Israele non va avanti e perde contro la forte Ungheria in semifinale per 13-10.

Favola senza lieto fine per le azzurre alle quali restano le lacrime per la grande delusione e l’orgoglio di aver rispettato fino in fondo lo spirito dei giochi olimpici, anche se li vedrà in televisione; pareggiando la partita con la Slovacchia avrebbe potuto evitare la complicata sfida con l’Ungheria, cosa che invece hanno fatto le magiare allorquando hanno deciso di schierare tutte le seconde linee nella partita contro la Grecia, persa 8-5.

Magra consolazione: nell’incontro con le forti Ungheresi l’Italia paga un partenza ad hanticap: 0-3 nel primo quarto; vani i tentativi di recupero che hanno portato le azzurre più volte a -1; ma l’imprecisione dovute alla foga ed al nervosismo ha fatto il resto: anche 2 tiri di rigori sbagliati. E di conseguenza a Tokio andranno a braccetto Olanda ed Ungheria. Nella finale per il 3 e 4 posto (laddove il 3°posto avrebbe potuto eventualmente garantire un ripescaggio in caso di rinuncia di una delle squadre qualificate) è finita peggio: sconfitta con la modesta Grecia per 10-4 con la solita partenza ad handicap. Ed ora il via alla rifondazione.

 

 

 

Collaboratrice - Avvocato esperto in diritto internazionale dello sport

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide