Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Pronto il ricorso alla Corte Sportiva d’Appello: che farà la Juventus? Si costituirà?

Il Direttore dell’ASL D’Amore ripercorre i passaggi di quel weekend e l’avvocato Chiacchio spiega il percorso nei gradi di giustizia

Dopo la sentenza del giudice sportivo Gerardo Mastandrea, Antonio d’Amore, direttore generale Asl Napoli 2, è intervenuto a Kiss Kiss Napoli , ricordando i passaggi dello scorso weekend: “Dopo aver ricevuto comunicazione della positività di Zielinski è scattato l’isolamento fiduciario. Con la citata Pec della domenica delle ore 14.13 abbiamo solo esplicato ciò che era già evidente quando c’è isolamento: il Napoli non avrebbe potuto raggiungere Torino o qualsivoglia città. Già nelle Pec dei giorni precedenti era inteso che non si sarebbe potuto violare l’isolamento disposto. La Pec della domenica non aveva intenzione di assumere “valenza incidente e connotati prescrittivi chiari”. Era una semplice spiegazione di quanto giá inteso nelle Pec e nelle comunicazioni precedenti”.

Un chiarimento, quello del direttore generale Asl Napoli 2, che insieme a tanti altri elementi di prova sarà al vaglio dei giudici d’appello: l’avvocato Eduardo Chiacchio, esperto di diritto sportivo, ai microfoni di Canale 8, durante la trasmissione “Linea Calcio”,  ha provato a chiarire il percorso che il club potrebbe intraprendere d’ora in avanti:  Non me l’aspettavo. Ero convinto che fosse riconosciuta la causa di forza maggiore. Tra l’altro la Juventus non si era neanche presentata in giudizio e quindi mi lascia ancora più sorpreso la decisione del Giudice Sportivo. Dovrei leggere prima la sentenza per capire quali argomenti addotti dal Giudice, non posso ancora dare valutazioni di carattere tecnico. Il Giudice Mastrandrea è di primo livello, ripeto sono molto curioso come non ha ritenuto che in questa fattispecie non fosse presente la causa di forza maggiore. Ora ci sono altri due gradi di giudizio: la Corte Sportiva di Appello Federale entro un mese, poi entro due mesi il Collegio di Garanzia del Coni. Quindi passeranno non meno di tre mesi per concludere i gradi di giudizio sportivo. E’ da considerare anche cosa farà la Juventus, in secondo grado si costituirà? Sono curioso quale sarà il comportamento processuale dei bianconeri, rivendicheranno la sentenza o continueranno a stare fuori dal processo? Se rimane estranea anche in secondo grado, il Napoli avrà ancora più probabilità di ribaltare il primo grado di giudizio“.

Il primo round è finito, ora il Napoli è pronto per il ricorso contro la decisione del giudice sportivo: lo rende noto una fonte qualificata del club azzurro all’ANSA. Il club presenterà quindi ricorso alla Corte sportiva d’Appello presentando tutti documenti che dimostrano le decisioni delle autorità sanitarie sulla base dei contagi covid19 e che rendevano impossibile il viaggio a Torino che il Napoli aveva già organizzato.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide