Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Primo allenamento al Maradona per ritrovarsi, per ritrovare

Ritrovare lo spirito di gruppo per ripartire a cominciare da domenica

Il primo allenamento dopo i pochissimi giorni di festa, si è svolto allo stadio Maradona. Sono arrivati sotto una pioggia battente per iniziare la sessione con esercizi di riscaldamento e successivamente lavoro aerobico. Di seguito esercitazioni finalizzate al possesso palla e seduta tecnico tattica: in chiusura partitina a campo ridotto. Sorvegliati speciali Koulibaly che ha svolto terapie e lavoro personalizzato e  Demme che ha svolto lavoro fisico con la squadra e personalizzato in campo.

Sotto la pioggia, a dirigere le operazioni anche Rino Gattuso che sembra lentamente recuperare pronto per programmare la prossima gara al Sant’Elia. L’importante, al momento è contare su chi è presente, abile arruolabile cercando di isolare la squadra dai possibili alibi degli infortunati e soprattutto di riportare in squadra chi con la testa era altrove come Fabian Ruiz. Ai microfoni di Radio Crc ‘Il sogno nel cuore’, Christian Bosco, operatore di mercato,ha dichiarato:” Sul finire della scorsa sessione di mercato, sono giunte offerte importanti al Napoli e al calciatore da parte dell’Atletico Madrid. La versione ufficiale è che Fabian abbia lasciato la scelta alla società, tuttavia non è contento di quanto accaduto; inoltre le scorie delle troppe partite, una forma fisica non brillante ed uno stato psicologico non ben predisposto, non lo fanno sentire a proprio agio.”

Ma Rino Gattuso ha da risolvere anche il problema nella gestione di chi è con un piede nel Napoli e l’altro su un treno: Maksimovic, Hysaj, Malcuitt, Ghoulam. Chiedere a seri professionisti di dare il 100 per 100 si può ma il coltello tra i denti risulta più difficile. Resta il mistero Rrahmani acquistato lo scorso gennaio dal Verona ma giunto a Napoli soltanto a giugno per non scendere mai in campo come per Milik e Contini. Malumori diffusi che Gattuso dovrà convogliare in una voglia di riscatto in campo. Con capitano Insigne, in attesa che arrivi Mertens, scugnizzo del gruppo, il Napoli tenterà di ripartire…senza Osimhen.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide