Seguici su
1606814839090918

Campionati esteri

Premier League, limitare a 10 i colpi di testa in allenamento

La Premier League ha anche deciso di inserire una sostituzione supplementare in caso di infortunio alla testa.

Rivoluzione sui colpi di testa: secondo la Football Association, bisogna limitarne a dieci durante gli allenamenti. La Football Association, ovvero la federazione calcistica inglese, sta lavorando ad una vera e propria rivoluzione nel mondo del calcio. La proposta, che sta già raccogliendo molte critiche, è quella di limitare a dieci i colpi testa durante gli allenamenti. Un’idea, che sembra di difficile attuazione, e che potrebbe snaturare il gioco del calcio. Secondo uno studio, effettuato nel 2019, la proposta ha lo scopo di ridurre eventuali problematiche ai calciatori soprattutto quelli cerebrali. Ovviamente, l’invito a limitare i colpi di testa,  già sta suscitando numerose polemiche, anche tra gli ex calciatori.

Tra coloro che  criticano quest’idea, è intervenuto anche l’ex attaccante inglese naturalizzato irlandese, Tony Cascarino protagonista tra gli anni ottanta e novanta, che dalle pagine del Times ha risposto in maniera provocatoria: “Perché non eliminare del tutto i colpi di testa nel mondo del calcio, anziché eliminarli soltanto un po’?”  Inoltre, secondo l’ex attaccante, limitare a dieci i colpi di testa durante gli allenamenti potrebbe creare non pochi problemi ai calciatori durante le gare, generando più rischi fisici. Una svolta che avrà un seguito, insomma: la Premier League ha già deciso di inserire una sostituzione supplementare in caso di infortunio alla testa. Ora il limite riguarda solo i tempi degli  allenamenti per tutte le categorie professionistiche.

Collaboratore - Laurea in Teologia

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Campionati esteri

rfwbs-slide