Seguici su
1606814839090918

Commento alla partita

Poker azzurro a Cagliari, comincia bene il 2021 del Napoli

Tante occasioni sciupate ma prestazione degli azzurri finalmente convincente: Gattuso adesso è quarto

Cagliari-Napoli 1-4 (25′ ,62′ Zielinski ; 60′ Joao Pedro;75′ Lozano, 86′ rig. Insigne)

Dopo un punto in tre partite il 2021 comincia per il Napoli nel migliore dei modi: gli azzurri vincono alla Sardegna Arena contro il Cagliari e la prestazione finalmente è convincente. Gattuso aveva parlato di una squadra stanca e scarica mentalmente, e non vedeva l’ora di arrivare alla sosta. Evidentemente molti giocatori hanno recuperato dal punto di vista fisico e delle energie nervose, ma c’è comunque qualcosa che non va: la squadra tende qualche volta a rilassarsi troppo e concede occasioni agli avversari in maniera banale, ma l’atteggiamento è quello giusto, con un Zielinski che nella nuova posizione sembra davvero essersi consacrato.

Nel Napoli sono diverse le assenze, esattamente come in casa Cagliari. Ancora out Koulibaly, Osimhen e Mertens. Scelte allora quasi obbligate in avanti per Gattuso: Petagna fa la punta, mentre Lozano, Zielinski e Insigne si muovono alle sua spalle. In difesa Mario Rui vince il ballottaggio con Hysaj. Stavolta il Napoli non ha sbagliato l’approccio alla partita, risolvendo uno dei difetti che hanno caratterizzato questo avvio di stagione. Gli azzurri sono entrati concentratissimi in campo, hanno preso in mano la partita e il controllo del gioco. Ci provano subito Zielinski, Fabian e Insigne, più volte. Tanto che che, al 13′, la squadra di Gattuso ha già effettuato più tiri che nell’intero primo tempo dell’ultima gara in A (7 contro i 6 col Torino). E le conclusioni continuano ad aumentare. Al 25′ Petagna controlla bene in area e serve Zielinski che fa partire un missile terra area di sinistro che si insacca sotto la traversa: è il dodicesimo tiro solo nel primo tempo del Napoli, è vantaggio azzurro.  Il Cagliari non si fa praticamente mai vedere nel primo tempo dalle parti di Ospina; al 36′  Manolas sbaglia un clamoroso disimpegno con una palla troppo corta per Maksimivic, Simeone ruba palla e calcia sul primo palo, la palla esce  veramente di poco.

Al 57′ Insigne ci prova su punizione da posizione interessante, la palla termina alta non di molto; nella ripresa i rossoblù sono scesi in campo con più grinta e più determinazione e, grazie a un Napoli meno sul pezzo, hanno trovato a sorpresa anche il pareggio. Su un tiro rimpallato da Maksimovic la palla rimane tra i piedi di Joao Pedro che la mette dentro al 60′; ma  neanche due minuti dopo sempre Zielinski– pescato in area – è abilissimo a farsi largo nella difesa del Cagliari e a trovare il tocco vincente con la punta sinistra: è doppietta per il polacco. Al 64′ arriva la mazzata definitiva per il Cagliari, con il rosso per doppia ammonizione per Lykogiannis; dopo due occasioni sciupate Lozano approfitta di una palla vagante in area di rigore e scaraventa in rete il pallone al 75′. Il Napoli gestisce, e all’86’ ha il suo primo calcio di rigore a favore del campionato, per l’ingenuo tocco col braccio del neo entrato Caligara; dal dischetto non sbaglia Insigne, ma sono tante le occasioni non capitalizzate dal Napoli

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Commento alla partita

rfwbs-slide