Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Pirlo e l’episodio dubbio. E’ mancato solo il gol

Andrea Pirlo nel dopo partita è apparso soddisfatto della prestazione della sua squadra che avrebbe vinto se avesse segnato

“Siamo arrabbiati perchè non meritavamo di perdere questa partita, ci è mancato solo il gol. La prestazione è stata buona, resta fiducia. Peccato aver lasciato i tre punti“.  L’analisi di Andrea Pirlo sembra una perfetta interpretazione di una ‘catalanata’. Certamente in molti ricorderanno  Massimo Catalano, della Banda Arbore, quando, ospite a Quelli della Notte, filosofeggiava con “Meglio essere ricchi e in salute che poveri e malati” oppure “c’è prima il sabato e poi la domenica”. Se Insigne avesse segnato 100 avrebbe pareggiato: va beh, l’Andrea bianconero era visibilmente contrariato per un rigore dubbio: “Non l’ho visto, ma se si danno rigori come questo ce ne sarebbero da dare tre o quattro a partite secondo quello che mi hanno detto i miei calciatori”.

 E a distanza ha risposto il giornalista Paolo Ziliani: “ Pirlo che accusa l’arbitro per il “rigore dubbio” dell’1-0, considerando che i rigori netti contro la Juve erano due, che Chiellini (doppio giallo) doveva essere espulso e Cuadrado (fallo da rosso) pure, dimostra che l’opera di mutazione del suo Dna è completato. Gobbo Doc”.

Comunque, l’esternazione di Pirlo si confà al mutato ‘stile’ Juventus come il Presidente Agnelli ha ampiamente dimostrato reagendo o agendo verso l’ex amico Antonio Conte, altro maestro di ‘stile’.

 

 

 

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide