Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Pietro Ceccaroni: ” Ci sono tante cose che ruberei a un giocatore così importante come Koulibaly”

Il terzino del Venezia Ceccaroni: “Non vediamo l’ora di scendere in campo al Maradona e di giocarci le nostre carte in questo campionato”.

Dopo la qualificazione ai 16esimi di Coppa Italia ottenuta dopo 18 rigori, il Venezia affronterà il Napoli alla sua prima di campionato da debuttante di Serie A. Diversi gli assenti come comunica il sito Tutto Venezia: “Ben quattro infatti gli squalificati, ovvero Aramu (due giornate per lui), Vacca, Modolo e Mazzocchi. A questi c’è da aggiungere con tutta probabilità Crnigoj, vittima di un problema muscolare nel match contro il Frosinone e che risulta in fortissimo dubbio, mentre Maenpaa dovrebbe farcela (altrimenti Bertinato sarà pronto a fare il suo secondo esordio in pochi giorni). Infine assente anche Busio, con Okereke che sta attendendo sempre l’ultimo documento per poter essere disponibile”.

E tuttavia c’è molta attesa per la prima in campionato come ha confermato in conferenza stampa il terzino Pietro Ceccaroni e riportata da Tutto Venezia: 

“C’è molta attesa, non vediamo l’ora di cominciare perché ci siamo meritati sul campo il palcoscenico della Serie A. Iniziamo subito con una partita bellissima, dobbiamo subito cercare di dimostrare il nostro valore contro un avversario di livello, non vediamo l’ora di scendere in campo al Maradona e di giocarci le nostre carte in questo campionato”.

Osimhen il pericolo numero uno:

“Le caratteristiche sono ben precise, è un attaccante che fa la differenza in Serie A facilmente quando sta bene, non sarà facile da affrontare ma penso che da squadra proveremo a fermare lui e gli altri giocatori di talento da cui è formato il Napoli”.

Caldara sembra già un veterano del Venezia:

“L’arrivo di Caldara è stato veramente importante per tutti noi, è un giocatore che ha già giocato partite di questo livello e anche più importante, darà una mano a noi e a tutta la squadra. Può dare tanto non solo a livello tecnico tattico ma anche a livello di personalità”.

Senza Modolo potresti essere tu il capitano domenica:

“Sarebbe ancora più bello ma vedremo chi giocherà, sarà compito del mister fare le scelte, giocare da capitano in Serie A sarebbe un sogno. L’importante però intanto è giocarcela e fare una bella partita”.

Il Napoli tatticamente può cambiare diversi moduli:

“Qualsiasi modulo utilizzeranno sarà una partita molto complicata, sono bravi a usarli tutti, hanno giocatori duttili come Zielinski  che può fare sia la mezzala che il trequartista. Noi ci prepareremo a tutto, sappiamo che dovremo fare una partita di concentrazione dal primo al novantesimo minuto dando qualcosa in più anche dal punto di vista caratteriale che può portarci dei punti da uno stadio molto complicato”.

Nella partita con il Frosinone quando è entrato Svoboda la difesa era a tre ?

“Non l’abbiamo provata tanto ma è una cosa che il mister ci ha iniziato a mettere dentro in allenamento e può essere una soluzione durante il campionato. In fase di impostazione non ero un terzino vero e proprio, mentre in fase difensiva dipende un pò dalle  partite che affronteremo:  il mister deciderà se difendere più a 3 o più a 4. A Ferrara nello specifico ho fatto il terzino sinistro in entrambe le fasi”.

Difensivamente servirà tanto sacrificio per riuscire a contenere una squadra propositiva come il Napoli:

“Sicuramente sarà una partita dove ci sarà da soffrire, penso tutta la squadra dovrà dare una mano per difendere nel modo giusto. Non vogliamo fare le barricate perché portarci il Napoli nella nostra area vorrebbe dire alla lunga prendere gol. Proveremo a mettere le nostre caratteristiche in campo. Sappiamo che il Napoli gioca un calcio molto propositivo, i terzini sono molto offensivi, sappiamo che dietro hanno giocatori che nell’uno contro uno sono molto forti, dovremo cercare di sfruttare le ripartenze nel modo migliore”.

Come stai vivendo questo periodo che porta all’esordio in A?

“Sono molto contento di quanto abbiamo fatto l’anno scorso ma non dobbiamo guardarci dietro, dobbiamo portarci dentro l’entusiasmo per quanto fatto l’anno scorso e ripeterlo in questa Serie A. C’è tanto entusiasmo per la promozione, dobbiamo portarcelo e non vedo l’ora di iniziare questa nuova stagione, non ho mai giocato in A, non so a cosa andrò incontro, ma non vedo l’ora di giocare nella massima categoria”.

Ora ci saranno anche i tifosi come fattore in più:

“I tifosi ci sono mancati tantissimo, soprattutto in un’annata come la scorsa che è stata esaltante. Andremo in grandi stadi ora con la possibilità di avere pubblico, sarà un’emozione grandissima”.

Cosa ruberesti a un difensore di fama internazionale come Koulibaly?

“Koulibaly come forza fisica è impressionante, il Napoli si fida a giocare molto offensivo anche perché sa di avere uno come lui dietro. La sua forza fisica è la qualità più evidente, ma ci sono tante cose che ruberei a un giocatore così importante”.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide