Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Partita scudetto? Non esageriamo dichiara Peppe Bruscolotti

D’Ambrosio: “Se abbiamo vinto lo scudetto bisogna dare merito a lui di aver iniziato un percorso vincente.”

Assiso nella sua nuova residenza dal 25 novembre 2020, Diego Armando Maradona detterà i tempi di gioco degli azzurri che scenderanno in campo a San Siro. E non ci sarà nessun fischietto che potrà alterare la verità in campo. Spalletti da ex di lusso, si dirigerà sulla panchina-ospiti dopo aver occupato quella dell’Inter a cui molto ha dato e molto poco ha ricevuto. Ma Spalletti, dalle spalle larghe, non teme i fischi e, anzi sui social, si legge di molti interisti pronti ad applaudire chi ha consegnato a Conte una squadra già pronta per lo scudetto.

In tanti gli riconoscono il gran lavoro di costruzione in una squadra che ha sempre avuto problemi di gruppo e Danilo D’Ambrosio ai microfoni di Sport Mediaset ha confermato l’impostazione di Spalletti: “Con mister Spalletti c’è un ottimo rapporto. Sicuramente ha fatto bene, se abbiamo vinto lo scudetto bisogna dare merito a lui di aver iniziato un percorso vincente. Col Napoli è una partita con un pizzico di difficoltà in più rispetto alle altre; loro e il Milan stanno facendo un ottimo campionato. Se vogliamo restare aggrappati alla vetta, bisogna fare sicuramente risultato. Insigne? Lorenzo è affezionato alla piazza di Napoli, lo dimostra ogni volta che scende in campo. Più di questo non posso dire”.

Partita verità? Partita scudetto? “ Non esageriamo – dichiara Peppe Bruscolotti ai microfoni di Radio Marte –  si potrebbe eliminare questa squadra dalla corsa ma comunque la lotta poi sarebbe Napoli-Milan. Firmerei per un pareggio? Sì, lotteresti comunque con il Milan e terresti a distanza l’Inter. Gli sconti diretti? L’importante è non uscirne con le ossa rotte. Ranocchia in campo? Quando subentrano quelli che giocano meno comunque danno il massimo e tante volte vengono fuori grosse prestazioni. Sicuramente può essere facilitato Osimhen ma non si sa mai durante la partita che piega possa prendere”.

Da ex capitano, Bruscolotti è pragmatico, forse scaramantico, certamente con ricordi non del tutto positivi: “  Con noi l’Inter è stata più volte fortunata. Una volta la nebbia, una volta altri particolari non ci hanno fatto vincere delle partite di cartello”.

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide