Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Paolo Dal Pino: un tampone ogni quattro giorni? Non si può

Dopo l’allarme lanciato dal presidente federale Gravina, il presidente della Lega chiede modifiche al cts

Qualche giorno fa il presidente federale Gabriele Gravina lanciava un allarme: “Sono molto ma molto preoccupato per la prossima stagioneLe squadre dovranno cominciare tra non molto i raduni e siamo in grandissimo ritardo nella conoscenza delle nuove procedure da seguire. Non sappiamo questo stato d’emergenza per quanto tempo ancora sarà prorogato, ma il protocollo sin qui seguito diventa inapplicabile, con tamponi ogni 4 giorni, è impossibile. Sarebbe una violenza fisica verso i giocatori. Bisogna trovare delle altre soluzioni”.

Tali preoccupazioni le ha ribadite anche in occasione dei festeggiamenti per la promozione del Benevento esprimendo dubbi anche sulle date di inizio campionato, non avendo chiarito un nuovo protocollo: “A fine agosto si definiscono le competizioni internazionali. Il 30 ci sono le convocazioni della nazionale, il 4 c’è una partita e l’8 un’altra. Il 12 settembre inizia il campionato. Lo ritengo poco percorribile in questo momento”. E alle sue domande, sembra sia arrivata la risposta dal presidente della Lega di Serie A Paolo Dal Pino che all’Ansa, ha dichiarato: “Con il protocollo attuale è molto difficile affrontare l’intero campionato l’anno prossimo con un tampone ogni quattro giorni. Quindi alla luce delle modificate situazioni sanitarie, dobbiamo con il Cts definire delle nuove modalità percorribili”.

LEGGI ANCHE:
Positivo al Covid un calciatore del Siviglia

L’Inghilterra pronta a riaprire gli stadi il 29 agosto a Wembley per la Supercoppa

Gravina dubbioso: “Il prossimo campionato dal 12 settembre? Poco percorribile”

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide