Seguici su
1606814839090918

In primo piano

PADOVA – PALERMO, storia di un gemellaggio nato da una vacanza in Sicilia…

Resisterà il gemellaggio anche la doppia sfida che aprirà le porte ad un futuro diverso?

Dal sito ufficiale di Calcio Padova la storia romantica di un’amicizia che dura da circa quarant’anni.   “Galeotta” fu una vacanza in Sicilia a inizio anni ’80 di cinque ultras Biancoscudati. Il resto è storia. Di quelle belle da raccontare: lunedì le tifoserie di Palermo e Padova rinsalderanno ulteriormente un gemellaggio che dura da oltre 35 anni. Un “rispetto” che ha posto le radici il 20 novembre 1983, quando le due squadre si sfidarono allo stadio Appiani. E nonostante i pochi incontri sul campo causa categorie diverse l’amicizia è continuata, come testimoniano le numerose occasioni in cui ultras Rosanero e Biancoscudati hanno condiviso lo stesso settore tra trasferte memorabili – vedi Pro Patria-Padova, che valse a Di Nardo e compagni la promozione in serie B – e “visite” legate alla vicinanza territoriale (come nel caso della presenza di ragazzi della Tribuna Fattori in curva ospiti in questa stagione per Venezia-Palermo e Cittadella-Palermo).

Dicevamo del gemellaggio: si parla di un legame lungo ormai 35 anni, nato nel 1983 quando cinque ultras padovani in vacanza in Sicilia strinsero amicizia con alcuni ultras palermitani e di lì a poco venne rinsaldata in occasione del pareggio 0-0 all’Appiani.

E questa sera, la prova del fuoco per questo gemellaggio: la prima della doppia sfida che vale tanto, tantissimo e che potrebbe spalancare ad un futuro diverso soprattutto in un momento in cui il Palermo è sotto i riflettori del City Football Group, la holding a capo di una rete di club in tutto il mondo, con a capo il Manchester City. Questa sera la prima battaglia e domenica quella conclusiva. Resisterà il gemellaggio e il clima di amicizia?

 

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide