Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Ospina: ” Per me la cosa più importante è il risultato della squadra, non importa la mia posizione”

“Dobbiamo restare coi piedi per terra”: tutti i giocatori del Napoli tentano di razionalizzare l’euforia

“La strada è lunga e il campionato è iniziato in questo momento”:  David Ospina, ospite di Radio Kiss Kiss ha parlato della quinta vittoria in campionato e del momento del Napoli: “Per me la cosa più importante è il risultato della squadra, non importa la mia posizione. Volevamo i tre punti ed è questo sempre il nostro obiettivo. Ieri è stata una bella parata su Adrien, è stata importante per il momento della partita, è molto importante per la squadra restare con la porta imbattuta in una partita difficile. E’ un momento importante, dobbiamo restare con i piedi per terra”.

Un leit motif quello dei piedi per terra, più volte sottolineato anche dal capitano azzurro. E importante è la sensazione che ogni giocatore fa emergere: ovvero l’importanza del risultato piuttosto delle singole prestazioni. Lo stesso Insigne, quando gli confermarono che il gol era di Osimhen e non suo, rispose, lesto: “Non fa niente, conta il risultato”. E quindi ecco che Ospina descrive Spalletti: “Con mister Spalletti stiamo facendo le cose bene, è un allenatore di grande esperienza che ci riesce a trasmettere molta fiducia. Possiamo fare cose importanti, dobbiamo continuare a lavorare così.  A fine partita era contento della prestazione della squadra, ma con la sua grande esperienza ti fa subito concentrare in vista della prossima partita”.

Poi qualche complimento ai suoi compagni, su Osimhen: “Victor è un ragazzo formidabile che si impegna tantissimo, vuole sempre imparare e dare tutto per Napoli. Sta facendo le cose bene, per lui e per noi è importante averlo a questo livello”; e su Anguissa: “E’ un calciatore fortissimo, può aiutare tanto il Napoli. Ci serviva assolutamente, ha la giusta maturità ed esperienza. Aumenta il nostro livello a Napoli per raggiungere i nostri obiettivi”. E infine, quale futuro per il Napoli: “Dobbiamo lavorare partita per partita e non guardando troppo in avanti, ora c’è il Cagliari che è il nostro obiettivo. Sognare è giuisto, però l’importante è pensare la prossima partita per prepararlo nel miglior modo possibile, vogliamo arrivare al 100%”.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide