Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Nicola Rizzoli in cerca di dialogo

Rizzoli: ” E’ importante migliorare la comunicazione, il dialogo con i club lo vogliamo anche noi, è costruttivo.”

Nicola Rizzoli è intervenuto al programma di Sky Sport, Il Club, per commentare le tante polemiche sulle prestazioni degli arbitri: “Apprezzo i toni di Marotta, è importante rapportarsi in maniera non polemica, ma è giusto e doveroso ricordare che da quest’anno c’è Gianluca Rocchi, una figura che spiega ai club i cambiamenti del regolamento e ascolta le loro osservazioni, una figura che serve anche per capire le aspettative dei protagonisti, giocatori e dirigenti. E’ importante migliorare la comunicazione, il dialogo con i club lo vogliamo anche noi, è costruttivo. La scorsa stagione abbiamo commesso degli errori, complice anche un regolamento cambiato. Quest’anno abbiamo iniziato bene, poi abbiamo fatto degli errori ed è giusto metterci la faccia”

Poi una domanda sulla trattenuta su Perisic  in Inter-Parma – “Non parliamo dei singoli, – risponde Rizzoli –  poi toccherà a me capire e valutare. In questo caso c’è un rigore da punire. Se un difensore usa le braccia per recuperare e lo fa in maniera fallosa è rigore. Il Var deve intervenire nelle situazioni oggettive, qui c’è la dinamica e le braccia sono sopra le spalle, il difensore impedisce all’attaccante di saltare. Il Var doveva intervenire. Questo è un errore individuale”.

“Nessun arbitro vuole fare presuntuoso, – conclude Rizzoli – Var e arbitri vogliono prendere sempre la decisione giusta. In questo caso al Var sono andati alla ricerca di un dettaglio, dovevano consigliare all’arbitro di andare “on field on review”. E’ possibile che il Var consiglia all’arbitro di andare a rivedere tutto e l’arbitro dice no? No, non è credibile. Se il Var consiglia di andare a rivederlo, di andare “on field on review”, l’arbitro ci va sempre. In Inter-Parma, il mancato rigore di Perisic, ci sono due errori, del Var e dell’arbitro. L’arbitro se si rende conto di avere un dubbio può chiedere al Var di poter rivedere quello che è successo”.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide