Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Napoli – Genoa sarà diretta da Marco Di Bello; al VAR Michael Fabbri

L’ultima direzione di Marco Di Bello è coincisa con la vittoria degli azzurri contro la Lazio

Marco Di Bello, della sezione di Brindisi, è stato designato per la direzione di Genoa-Napoli in programma domenica alle 18,30. Di Bello sarà assistito da Giallatini-Preti; IV ufficiale  Gariglio; al  VAR Fabbri-Vivenzi“.  Marco di Bello è internazionale dal 1° gennaio 2018 e ha debuttato in Champions League dirigendo un turno d’andata per i preliminari tra FC Bate Borisov e l’HSK Helsinki (0-0 e un turno di Europa League tra Rio Ave Fc e Jagiellomia Bialystok (4-4).

E’ un arbitro che sa farsi rispettare in campo accettando anche il dialogo con i giocatori, tuttavia in tanti ricordano un rigore inventato per il Toro che giocava contro il Crotone e nel 2016, in Lazio-Bologna (1-1) un rigore inesistente concesso per presunto contatto di Oikonomou su Wallace. Ma le polemiche più roventi riguardano un Juventus-Genoa (1-0) disputatosi il 23 Gennaio 2018. Il quotidiano genovese Secolo XIX gli assegnò un 4 in pagella motivando così:  “Usa un metro di giudizio incomprensibile: alla Juve perdona tutto, al Genoa no. Grazia subito Benatia, non Spolli per fallo analogo. Grazia Lichtsteiner, Higuain e Alex Sandro, non Perin. Alla fine 5 gialli Genoa, 1 solo Juve. Imbarazzante.” Anche Maurizio Pistocchi ebbe a commentare  la prestazione di Di Bello:“Se uno che è diventato internazionale e poi arbitra in questa maniera, qualcosa mi sfugge. Alcuni episodi sono stati sanzionati, altri identici  stati valutati in tutt’altra maniera. Non capisco come un arbitro internazionale possa fare errori di questo tipo”. E conclude: “E’ brutto parlare sempre di arbitri ma non ci si può far prendere in giro”. Altro  horror di Di Bello, a luglio dello scorso anno in Roma -Inter (2-2) con tutti i quotidiani sportivi d’accordo per un 4,5 in pagella.

Anche il Napoli nel recente passato, ha contestato alcune decisioni del signor Di Bello, come in Napoli-Cagliari (0-1) e contro il Parma, al debutto in panchina per Gattuso. Ma in precedenza in una gara che il Napoli vinse contro il Sassuolo per 2-0 il  Corriere dello Sport non mancò di bocciare l’arbitraggio del brindisino: “Locatelli, già ammonito, viene perdonato due volte e in una circostanza il fallo in area su Ounas doveva essere punito col calcio di rigore. Graziato anche Diawara: anche lui già ammonito, l’ex Bologna in un doppio intervento su Djuricic e Berardi avrebbe meritato la seconda ammonizione. Decisamente più intransigente invece su Rogerio: il terzino brasiliano entra su Callejon con un fallo più scomposto che violento, da giallo più che da rosso.”

Lo scorso anno, l’arbitro brindisino ha diretto gli azzurri per ben 5 volte, l’ultima delle quali in Napoli-Lazio che si concluse per 4-2.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide