Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Napoli-Cagliari 2-0, la pagella degli azzurri

Il Napoli vince la sesta partita consecutiva e riconquista il primo posto in classifica. Osimhen, ancora una volta decisivo, il migliore in campo. Anguissa è ormai una certezza e si conferma su ottimi livelli.

Napoli-Cagliari 2-0, la pagella degli azzurri

La pagella degli azzurriNapoli-Cagliari 2-0, la pagella degli azzurri

Il Napoli vince la sesta partita consecutiva e riconquista il primo posto in classifica. Osimhen, ancora una volta decisivo, il migliore in campo. Anguissa è ormai una certezza e si conferma su ottimi livelli.

 

DIFESA

Ospina SV – Non è mai impegnato dagli uomini di Mazzarri e si gode una serata di completo riposo.

Di Lorenzo 6,5 – Nel primo tempo pensa più a coprire e a gestire palla che a proporsi in avanti. Nella ripresa Spalletti gli chiede di spingere di più perché serve il gol della sicurezza e lo fa bene.

Rrahmani 6,5 – Preferito ancora una volta a Manolas, ripaga la fiducia del mister con un’altra prestazione di buon livello in cui mostra soprattutto personalità e qualità nell’impostare l’azione da dietro. Bravo anche nel giocare di anticipo quelle rare volte che il Cagliari supera la metà campo.

Koulibaly 7 – Il Cagliari combina davvero poco in avanti, ma nelle poche occasioni in cui ci prova trova in lui un muro invalicabile. Si avventura in qualche interessante sortita in avanti, ma senza creare grossi pericoli.

Mario Rui 7 – Fa molto bene in entrambe le fasi. È puntuale e preciso nel chiudere in un paio di occasioni e tiene a bada le velleità di Nandez. In fase propositiva si fa trovare sempre pronto a dettare il passaggio e a servire palle pulite ai compagni d’attacco con il suo piedino delicato.

CENTROCAMPO

Fabian Ruiz 7 – Nonostante la marcatura asfissiante di Marin riesce a costruire gioco e a dare ampiezza alla manovra con giocate quasi sempre pulite. Bravo anche nello sradicare diversi palloni dai piedi degli avversari. (88° Demme SV).

Anguissa 7,5 – Un’altra gran bella partita durante la quale tocca un’infinità di palloni con un tasso altissimo di precisione. È ovunque ci sia bisogno di lottare ed esce sempre vincitore dai duelli che ingaggia con gli avversari. È suo il lancio per Zielinski dal quale nasce il gol di Osimhen. Tenta la via del gol nel finale con un bel tiro dal limite che sfiora il palo.

ATTACCO

Politano 6,5 – Nel primo tempo soffre un po’ la mancanza delle sovrapposizioni di Di Lorenzo. Le cose migliorano nella ripresa quando la squadra  e il compagno di fascia si spingono in avanti con maggior frequenza alla ricerca del secondo gol. (69° Lozano 7 – Sta bene e lo dimostra riuscendo, in poco meno di mezz’ora, a rendersi più volte pericoloso, arrivando spesso al cross e impegnando in un paio di occasioni Cragno).

Zielinski 7 – Disputa un’ottima gara, confermando di aver completamente recuperato dall’infortunio. È spesso imprendibile per gli avversari che non riescono a contenerlo. Serve un assist fantastico a Osimhen con il quale gli permette di sbloccare la partita. Prova a metterla dentro nel finale, ma sbaglia il tiro da una decina di metri calciando nettamente fuori. (69° Elmas 6,5 – Entra per far rifiatare Zielinski, uscito per un lieve infortunio alla caviglia, ed è bravo nel fraseggiare con i compagni, soprattutto a ridosso dell’area avversaria).

Insigne 7 – Disputa una buona gara partecipando alla manovra d’attacco con giocate di qualità e ripiegando spesso per dare una mano ai compagni. Dal dischetto è implacabile e batte Cragno con una sassata imparabile segnando il gol del 2-0. (76° Ounas 6,5 – Gioca una manciata di minuti che gli bastano per mettere in evidenza le doti tecniche di cui è dotato).

Osimhen 8 – Gioca un’altra partita da protagonista ed è ancora una volta determinante. Segna il gol dell’1-0 su assist di Zielinski da centravanti puro e si procura un calcio di rigore beffando con una finta un signor difensore come Godin. Pressa in ogni zona del campo e si rende pericoloso in diverse occasioni con tiri soprattutto da lontano. Con il suo strapotere fisico annichilisce gli avversari che non riescono quasi mai a prenderlo. È lui il migliore in campo (dal 76° Petagna 6,5 – Come al solito si fa trovare pronto e, pur giocando solo una ventina di minuti, dimostra con alcune buone giocate di essere molto utile alla squadra).

Numeri e statistiche del match

LEGGI ANCHE

Il Napoli non è una meteora ma una splendida realtà

Grafico, vignettista

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide