Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Napoli-Benevento, un’amichevole per ripartire

Un’amichevole per assicurare un ritmo partita uniforme in vista di Napoli – Juventus

Napoli – Benevento sarà la sesta amichevole che si giocherà a campionato iniziato. Sarà un test per dare spazio a chi non ha ancora minuti nelle gambe ma anche per affrontare, sabato prossimo la Juventus con un ritmo partita che ancora non è  uniforme. A dar man forte all’11 che scenderà in campo, Spalletti ha attinto anche dalla Primavera, ma sono i big azzurri ad essere sotto esame. Il Napoli saprà probabilmente solo domani sera se il ricorso alla Corte d’Appello per la riduzione della squalifica di Osimhen sarà accolto, e sarà quindi Petagna a proporsi. La mancata partenza per Genova, sponda Sampdoria, è stato un cadeau di De Laurentiis a Spalletti che dopo il gol, aveva detto: “Tu resti qui”: e De Laurentiis, secondo il Mattino, ha rinunciato a risparmiare 3,6milioni pur di accontentare il tecnico che già aveva fermato la cessione di Ounas. Uno sguardo al mercato dell’Inter, del Milan e  della Juve per capire il grande mercato centrato dal Napoli guidato da Spalletti che si è assunto grandi responsabilità. Adam Ounas fu messo alla porta da Maurizio Sarri che lo liquidò come talento anarchico “che si credeva Cristiano Ronaldo”. Era il 2017, il ragazzo aveva 20anni ma  Sarri non aveva tempo per “crescere” un talento che non obbediva ai dettami del soldatino.

Oggi, sia Ounas che Petagna dovranno dimostrare a Spalletti che ha scommesso su di loro di essere sempre pronti magari partendo dalla panchina: ma i tanti impegni consentiranno a tutti di poter entrare e lasciare il segno come Petagna a Genova.

Questa sera, spazio anche a Fabian e Lozano che devono crescere di condizione ma sotto esame pure Juan Jesus che giocherà accanto a Manolas.  In porta dovrebbe debuttare Marfella ma in corso di artita si potrebbe vedere anche Idasiak.

E questa sera anche il Benevento sfrutterà l’occasione per rivedere la condizione di alcuni giocatori che non hanno convinto a pieno nell’ultima di campionato. I sanniti in Coppa Italia hanno vinto con la Spal e alla prima di campionato con l’Alessandria per 4-3; nella seconda a Parma sono stati sconfitti  da un gol di Mihaila su assist di Vazquez al 97°: una beffa che brucia ancora ma che fa riflettere il tecnico Fabio Caserta per le tante occasioni sprecate dalla squadra. Venerdì, il Benevento riceverà il Lecce che  ancora non ha vinto dopo la sconfitta con la Cremonese e il pareggio con il Como.

Caserta con l’obiettivo di tornare in Serie A, Spalletti in vista del doppio impegno con la Juve e il 16 nel debutto in Inghilterra con il Leicester, Napoli-Benevento ha un suo perchè

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide