Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Morto in un incidente il broker che truffò 30 milioni a Conte

Soltanto dopo l’esame autoptico si potranno avere maggiori certezze anche per l’identificazione del corpo carbonizzato

Sbanda con la moto e si schianta lungo la via Salaria. Così è morto il broker Massimo Bochicchio il cui corpo carbonizzato non è stato riconosciuto dal fratello. Un vero giallo l’incidente che troverà parziali risposte dopo l’autopsia per accertare che si tratti proprio del broker al centro di una vicenda giudiziaria in cui era accusato di truffa. Al momento gli inquirenti cercano di far luce sulla dinamica dell’incidente occorso a Bochicchio che era a bordo della sua Bmw  durante le ore di permesso per uscire dagli arresti domiciliari. L’incidente ha avuto almeno tre testimoni oculari che hanno assistito alle fasi dell’incidente. «La moto ad un tratto ha deviato verso destra proseguendo verso il muro», hanno  raccontato i testi agli inquirenti spiegando che la Bmw ha preso fuoco e Bochicchio è rimasto avvolto nelle fiamme. L’esame autoptico verrà affidato dopo il prelievo di DNA che si è reso necessario alla luce delle condizioni del corpo reso irriconoscibile dal rogo.

Del broker se ne parlò lo scorso anno quando La Guardia di Finanza  sequestrò  beni per 10,9 milioni di euro a Massimo Bochicchio, già accusato di aver truffato il tecnico dell’Inter,  Antonio Conte, per 30,6 milioni di euro. La Procura di Milano, gli contestò anche il reato di riciclaggio, dopo aver  coordinato le indagini, che portarono le Fiamme Gialle a scoprire il suo tesoro in Italia. “Oltre a conti correnti e a vari appartamenti – riporta gazzetta.it – sono stati rinvenuti anche un Picasso e altri quadri di Giacomo Balla.”

Tra i truffati oltre ad Antonio Conte ci sarebbero stati anche l’ex terzino della Juventus Patrice EvraLuca Bascherini, procuratore di Claudio Ranieri,  Leona Konig, compagna del noto agente Federico Pastorello e l’attaccante della Roma Stephan El Shaarawy. I più numerosi invece sono quelli rimasti nell’ombra magari per celare investimenti molto privati.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide