Seguici su
1606814839090918

Calciomercato

Meret: una questione spinosa che può mettere in crisi il rapporto con i tifosi

In settimana Pastorello, procuratore di Meret, chiederà a Giuntoli anche la cessione in prestito

In settimana il ds del Napoli Cristiano Giuntoli si incontrerà con Federico Pastorello per decidere sul futuro di Alex Meret candidato a diventare il futuro portiere della Nazionale. Alex Meret non vuole diventare ufficialmente il secondo portiere del Napoli ed accetterebbe di essere ceduto in prestito pur di avere la titolarità: così in fila ci sono il Genoa, il Toro e la Roma, quest’ultima che potrebbe liberarsi di Pau Lopez per affidare la porta ad un futuro grande portiere.

La questione è molto delicata e travalica  il calciomercato e le scelte che può operare una società guidata dal tecnico; la questione spinosa potrebbe rappresentare la prima incrinatura nel rapporto Gattuso-tifosi ed anche Gattuso-De Laurentiis. I tifosi sono pronti a far partire una petizione per trattenere Meret:  “folle” – dicono – il solo pensare di privarsi di un talento per trattenere un portiere bravino. La questione con De Laurentiis assume poi un potenziale danno economico considerando l’ottica di un investimento di 25 milioni.

Riavvolgendo il nastro, si risentono le parole di Carlo Ancelotti che – sorridendo – diceva un portiere bravo è uno che la prende. E settimana dopo settimana sono arrivate dichiarazioni di grandi portieri a cominciare da Dino Zoff che a Radio Marte dichiarò : “Questa storia del gioco con i piedi ha stufato. Il portiere è decisivo quando para. Non entro nel merito delle legittime scelte che sta operando Gattuso. Meret è un portiere giovane e forte, meglio se rimane a Napoli”.

E Pino Taglialatela ex del Napoli, ai microfoni del Corriere dello Sport,il 15 maggio dichiarò: “Vendere Meret non può essere una prospettiva, stiamo parlando di un giovane che finirà per contendersi con Donnarumma la porta della Nazionale italiana. E’ capitata una disavventura? Ci può stare nella carriera di un estremo difensore, anzi è normalissimo che ciò succeda. Ma quando sbaglia un centravanti, che si fa?. Ma saprà rialzarsi. Conosce le insidie del ruolo, quelle del calcio in generale. Sapeva che sarebbe passato dall’esaltazione per una parata spettacolare alla critica per una papera. Uno dei giochini più in voga nel nostro mondo è: sparare sul portiere. Viene facile, immediato. Ma per me non è cambiato assolutamente nulla: Meret è impressionante e il futuro gli appartiene. Non si può metterlo in discussione”.

Ma Gattuso lo mette in discussione e il giovane Alex nelle ultime uscite sembrava talvolta titubante proprio nel rilancio. I grandi tecnici fanno grandi alcuni giocatori che hanno bisogno di credere in se stessi e la storia del calcio insegna che tanti campionissimi sono stati mortificati da alcuni tecnici ed esaltati da altri. A tutti sembra una follia cedere (seppur in prestito) un “gatto volante” perché non ha i piedi di Reina.

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Calciomercato

rfwbs-slide