Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Maurizio Sarri, nuovo allenatore della Lazio. L’ufficialità arriva con una sigaretta…

Alfredo Pedullà: “E’ entusiasta di tornare, soprattutto perché quello della Lazio non è un treno in corsa. Si parte dall’inizio. Il progetto lo intriga molto”

Tanto tuonò che piovve. Così si può sintetizzare la questione panchina Lazio affidata a Maurizio Sarri. Il tecnico toscano dopo un tira e molla, ha pronunciato il suo sì ai biancocelesti. Così, dopo un solo anno di paura ritorna ad allenare in Italia. La trattativa che ha portato Sarri a Roma (sponda biancoceleste) non è stata semplice. Infatti, dopo che tutto lasciava presagire la fumata bianca, all’improvviso le posizioni delle parti si sono irrigidite. Il presidente Lotito, presente in Campidoglio per la premiazione della squadra femminile, raggiunto telefonicamente dal ds Tare, chiuso in una sala, si lasciava andare ad una reazione alquanto piccata. Lo scontro, risolto in poche ore, era sorto per alcune richieste fatte dagli avvocati del mister toscano, non condivise dalla società di Formello. Alla fine il buon senso è prevalso e Maurizio Sarri è il nuovo allenatore della Lazio. L’annuncio sul profilo twitter del club, arriva con l’immagine di una sigaretta e la tradizionale tuta.

Alfredo Pedullà, noto esperto di mercato che ha seguito la trattativa sin dalle prime ore, ha raccolto le sensazioni del mister dopo la firma.  “Sarri l’ho sentito all’ora di pranzo – ha detto Pedullà – e devo dire che è molto contento e davvero molto motivato. E’ entusiasta di tornare, soprattutto perché quello della Lazio non è un treno in corsa. Si parte dall’inizio. Il progetto lo intriga molto, è un animale di campo e questa credo sia una grande garanzia per i tifosi della Lazio. Il suo entusiasmo credo che sarà contagioso. Ho vissuto tante trattative di Sarri,e questa è stata la più semplice senza dubbio. Capisco l’ansia, ma è durata poco rispetto a tutte le altre”.

 

Collaboratore - Laurea in Teologia

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide