Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Maria Sole Ferrieri Caputi arbitrerà in Serie A

Alfredo Trentalange intervenendo al Corriere della Sera, ha dichiarato sull’esordio in serie A della Ferreri Caputi che sarà: ” per merito e non certo per privilegio”

Rivoluzione nell’Associazione Arbitri, dal prossimo campionato farà il suo esordio in serie A un arbitro donna: una scelta che il mondo del calcio avrebbe dovuto fare già tempo addietro. La candidata è la sig.ra Maria Sole Ferrieri Caputi della sezione di Livorno, 32 anni, dottoressa in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all’Università di Pisa, con una laurea magistrale in Sociologia all’Università di Firenze. L’amore per il calcio lo deve al padre che, quando era ancora una bambina, l’accompagnava sempre al Picchi per vedere le partite del Livorno.

La passione per l’arbitraggio è nata da ragazzina frequentando il corso insieme ad un gruppo di amici: esordio assoluto sul rettangolo di gioco a 17 anni negli esordienti. Il passaggio in serie D nel 2015, fischiando Levico-Atl. San Paolo; da quel momento la sua carriera è costellata da altre promozioni, dirigendo la sfida in serie B tra Cittadella-Spal, fino all’esordio in Coppa Italia arbitrando per la prima volta una squadra di Serie A. Il presidente dell’Aia, Alfredo Trentalange intervenendo al Corriere della Sera, ha dichiarato sull’esordio in serie A della Ferreri Caputi che sarà: ” per merito e non certo per privilegio”. In attesa dell’esordio nella massima serie, l’arbitro Caputi, come ama definirsi, ha diretto mercoledì scorso la semifinale d’andata tra Feralpi Salò e Palermo, vinta dai siciliani che hanno ipotecato la finalissima.

Collaboratore - Laurea in Teologia

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide