Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Marco Giampaolo : “Non possiamo regalare punti così”

Ancora incredulo della sconfitta avvenuta al 95°, Marco Giampaolo sa che la sua avventura sulla panchina del Torino è a rischio

Prima della partita del Torino contro la Lazio, Marco Giampaolo ha rivolto un saluto al presidente Urbano Cairo risultato positivo al Covid e ricoverato presso l’Ospedale San Paolo di Milano: “Gli facciamo gli auguri di pronta guarigione – ha detto Giampaolo Mi aspetto di mettere un mattone sopra l’altro, non dieci, ma uno occorre metterlo, questa è una squadra che da gennaio scorso ha vinto tre partite, l’autostima va costruita un gradino alla volta” . E al 92° Giampaolo era convinto che il primo mattone era stato messo. Poi al 99° il triplice fischio e lo sguardo al tabellone Torino-Lazio 3-4.

“Non è possibile perdere una partita così, non c’è tecnica o tattica che tenga. E’ follia assoluta. Lavoriamo nei particolari, la squadra ha fatto bene la partita. Ma non possiamo regalare punti così. Sono sconfitte che ti ammazzano. Non è giustificabile perdere così. Faccio fatica a pensare alla gara contro il Genoa, adesso devo smaltire questa ed è tosta. Mercoledì ci penseremo”.

Marco Giampaolo è ancora sconvolto per gli ultimi tre minuti di una partita infinita. Torino –Lazio è finita 3-4 ma la rimonta dei biancocelesti è avvenuta nell’extra extra time mentre già pensava di poter affrontare la prossima gara, mercoledì contro il Genoa, con qualche timore in meno e qualche certezza in più. Lo scorso anno, alla guida del Milan, affrontò proprio il Genoa e vinse ma non bastò a non ricevere il benservito: teme, Giampaolo, che possa accadere la stessa cosa mercoledì o all’impegno successivo contro il Crotone.  Sa che la squadra vive la paura di sbagliare e sbaglia: in difesa già 15 reti subite e ancor peggio la mancanza di gestione pur con due reti di vantaggio com’è successo con Sassuolo e Lazio. La sua avventura dipende, nell’immediato dalle prossime due gare, ma sa bene che ogni gara potrebbe essere l’ultima.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide