Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Maradona, caccia al suo ‘tesoro’: 500 milioni di dollari ancora da ritrovare

Ancora sconosciuto il contenuto di due cassaforti custodite a Dubai; intanto le indagini già rilevano movimenti di danaro sospetti

Proseguono le ricerche per definire il patrimonio di Diego Armando Maradona, in modo da modo da poter quantificare e stabilire l’eredità del Pibe de Oro.  La magistratura – stando a quanto riportato dal Corriere dello Sport – ha scoperto alcune firme contraffatte dal dottor Luque (il neurochirurgo di Maradona), e ha trovato due casseforti dal contenuto misterioso custodite a Dubai. I due forzieri sono ancora sigillati ma la magistratura stessa avrebbe il sentore che potrebbero contenere oggetti o cimeli dal valore inestimabile.

La stima esatta del patrimonio del fuoriclasse argentino al momento del suo decesso, avvenuto lo scorso 25 novembre, è ancora un’impresa difficile. Le ricerche, sostengono i legali al lavoro, potrebbero richiedere mesi e mesi. In molti casi sarà necessario chiedere anche la collaborazione di Governi stranieri, come già accaduto con le autorità venezuelane e cubane (dove Maradona possedeva beni immobili, azioni societarie e partecipazioni ad attività imprenditoriali). Al momento, da una stima approssimativa, il patrimonio del Diez dovrebbe ammontare a circa 500 milioni di dollari, ma il puzzle è ancora incompleto. L’ultima scoperta in ordine di tempo riguarda due misteriose casseforti ancora sigillate, che si trovano a Dubai insieme a due bolidi (una Rolls Royce e una Bmw) dal valore totale di circa 350 mila dollari.

Le indagini però hanno già sollevato i primi sospetti in merito, complici alcuni movimenti e flussi di denaro giudicati “sospetti”. Gli inquirenti hanno evidenziato “operazioni sostanziose e corposi trasferimenti di denaro dai conti di Maradona” a opera ad esempio di Matias Morla, legale e socio del Diez. Ma nelle ultime ore sono emersi movimenti strani anche su alcune carte di credito intestate al fuoriclasse argentino: su tutti, diversi pagamenti effettuati da Rocio Oliva nei giorni successivi al decesso di Maradona per acquisti di varia natura.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide