Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Lo Spezia osserva la corazzata ma spera in una difesa più penetrabile

Il centrocampista Nahuel Estevez: “Proveremo a tener testa a una corazzata”

Lo Spezia osserva il Napoli, lo studia, cerca i punti di forza e dove è più fragile. D’accordo, non sarà della partita Nzola, squalificato che all’andata riuscì a segnare; d’accordo che Leo Sena e Titas Krapikas non sono al meglio della condizione, ma il Napoli non deve dimenticare che la forza di questa squadra è il gruppo.

Sul Secolo XIX il centrocampista Nahuel Estevez ha parlato del rapporto con il mister: ” Italiano è uno degli allenatori migliori che abbia mai avuto. Mi trovo benissimo con lui ed è un grandissimo professionista sono molto felice di averlo incontrato sul mio cammino. Con il Napoli sarà una sfida molto difficile. Loro esprimono un grandissimo gioco, ma noi dall’altra parte stiamo bene e siamo pronti a scendere in campo con la giusta grinta e determinazione per provare a tenere testa a una corazzata. Spero di riuscire segnare prima della fine della stagione, anche se in realtà la cosa che mi interessa di più è quella di riuscire a dare il mio contributo alla squadra in ottica della riconferma. Se arriverà anche il primo gol poi sarò molto felice, però le mie ambizioni personali vengono comunque dopo rispetto a quelle del gruppo.”

E sul sito SpeziaCalcioNews si legge: “Contro lo Spezia Gattuso dovrà però ridimensionare per l’ennesima volta in stagione il reparto difensivo, con Koulibaly out per una distrazione del gastrocnemio mediale e Maksimovic positivo al coronavirus.
Non solo, gli uomini di punta Insigne, Mertens e Lozano hanno evidenziato nell’ultimo turno un vistoso calo fisico, segno che la rincorsa di questi due mesi strepitosi si sta facendo sentire.  Spazio dunque all’inedita coppia difensiva Manolas – Rahamani, con Di Lorenzo e Hysaj in vantaggio sull’ex Mario Rui, mentre in mezzo Politano insidia Lozano.  In avanti confermatissimo Osimhen, grande investimento dello scorso mercato che, dopo mesi difficili, sembra stia lentamente esplodendo. “

Nella gara d’andata né Osimhen, né Koulibaly  furono della partita e domani accanto a Manolas ci sarà Rrahmani . Gli aquilotti sanno di rischiare molto contro una squadra con un piede in Champions, ma forse per la prima volta firmerebbero (non ammettendolo) per un pareggio.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide