Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Lo sdegno di Maldini: “E’ poco rispettoso che né Elliott né Gazidis abbiano ancora parlato”

Probabilmente il desiderio di Paolo Maldini sarebbe quello di essere coinvolto maggiormente sul tema del cambio di proprietà

Pianeta Milan ha riportato l’eco delle dichiarazioni  rilasciate da Paolo Maldini a ‘La Gazzetta dello Sport’, in merito al suo futuro che hanno fatto molto rumore. Nonostante il Milan sia fresco campione d’Italia, il direttore tecnico rossonero ha esplicitamente dichiarato alla ‘rosea’ che è ‘poco rispettoso’ che né Elliott né Gazidis abbiano ancora parlato con lo stesso Maldini e Ricky Massara riguardo al possibile rinnovo dei loro contratti in scadenza il prossimo 30 giugno.

Della vicenda se n’è occupato anche il ‘Corriere della Sera’: Maldini – si legge –  è stato informato del cambio di proprietà in corso e avrebbe detto, all’interno del club, di voler discutere del suo futuro con i nuovi proprietari. Il punto sta proprio qui, in quanto non è ancora arrivato il momento delle firme del passaggio di proprietà dal fondo Elliott a RedBird Capital, anche quest’ultimo fondo statunitense di proprietà di Gerry Cardinale. Con il signing non ancora arrivato, al momento né Maldini né Massara potranno firmare i nuovi contratti, così come non può momentaneamente farlo Ivan Gazidis, il quale è in scadenza a novembre.

Probabilmente il desiderio di Paolo Maldini sarebbe quello di essere coinvolto maggiormente sul tema del cambio di proprietà, anche se in una situazione del genere, con un affare in corso da circa 1.3 miliardi, il tutto verrà definito in presenza di poche persone. Inoltre ha anche parlato della squadra, intenzionato a ‘fare il salto di qualità’. Una dichiarazione che lascerebbe intendere di voler a disposizione più budget da investire sul mercato di quanto ne abbia avuto in precedenza per poter acquistare giocatori di grande livello e tornare ad essere competitivi anche in Europa.

In ogni caso, riporta il ‘Corriere’, la linea resterà sempre quella della sostenibilità tracciata da Elliott, il quale rimarrà all’interno del club con una quota di minoranza. Qualora dovessero alzarsi i ricavi, allora si alzeranno anche gli investimenti. Maldini accetterebbe di rimanere in dirigenza a queste condizioni?

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide